\\ Home Page : Articolo : Stampa
La Babele delle conversioni video
Di Marco Tenuti (del 30/09/2012 @ 23:19:16, in video, linkato 1569 volte)

Questo articolo relativo alla conversione dei formati video verso altri formati video pronti per essere rimasterizzati su DVD ha la sua premessa in questo precedente articolo.

Una volta appurato che coi software a mia disposizione non c'era nulla da fare mi sono messo a cercare qualcosa che potesse fare al caso mio, senza ricorrere in software a pagamento.

Mi sono detto? Possibile che non esista qualcosa di freeware o open source che consenta di produrre un DVD video a partire da un insieme di file registrati con una videocamera DV o MPEG?

La ricerca è stata lunga e delicata, ma ha portato in qualche modo ai suoi frutti. Pertanto vi elencherò i software che sono arrivato a scaricare, ad installare ed a provare, prima di trovare la soluzione più idonea per il mio semplice scopo.

AVS Video Converter (NO, a pagamento)

Fa tutto il business di convertire, ma è a pagamento.

iSkysoft Video Converter, (NO, a pagamento)

Software disponibile per OS X sarebbe pratico e funzionale, ma ci infila dentro anche lui il suo bel watermark in alto a sinistra. Consentirebbe virtualmente conversioni da qualsiasi formato a qualsiasi altro, cioè anche verso dispositivi mobili come iPad, iPod e iPhone. Purtroppo è uno dei tanti software che ti fa venire l'acquolina in bocca, ma ti lascia con l'amaro in bocca, quando è il momento di chiedere il grano.

DVDBuilder Pro (NO, a pagamento)

Tutto il processo di ripping è possibile con la versione gratuita. Nel momento in cui ci si mette a masterizzare, richiede di comprarlo a soli 29,95 dollari dalla Keronsoft. Disinstallato subito.

DVDFab (NO, a pagamento)

Sarebbe potentissimo, ma buona parte delle funzioni è a pagamento: durante la conversione dai file sorgenti verso i fili in formato interno, ci ha aggiunto un irritante watermark su buona parte dei fotogrammi con scritto DVDFab e questo è bastato per farmi desistere. Il costo della rimozione del watermark è almeno una buona cinquantina di Euro. Tanti saluti.

FormatFactory (NI, non masterizza)

Software bannerware sviluppato da un programmatore cinese: si riesce a fare ripping da parecchi formati e sorgenti, compreso direttamente da file ISO o da cartelle VIDEO_TS, ma purtroppo non è in grado di masterizzare direttamente su DVD.

Freemake Video Converter (SI)

E' la soluzione finale: è un software freeware, senza impedimenti o funzionalità castrate, nè tantomeno è un adware o bannerware. Durante la sua installazione vi invita ad installare qualcosa di fastidioso - non ricordo più se era la barra di Yahoo o di Google, ma sono riuscito ad evitarlo.

Freemake vi consente di buttarci dentro i file MPEG "incriminati". Riconosce il factor ratio (4:3) e potete decidere se l'uscita debba comunque essere ancor a 4:3 o a 16:9. Si occupa lui insomma della gestione della sorgente e dell'uscita anisotropica, anche se un minimo di attenzione ci vuole, visto che io avevo i filmati acquisiti in 4:3, mentre l'output su DVD lo volevo in 16:9. Per fare questo ho lasciato 4:3 anche in uscita ed il risultato finale è stato corretto. Mettendo invece 16:9, mi sarei ritrovato due belle strisce nere ai lati.

Il software si prende la briga anche di masterizzare su DVD e di proporvi di masterizzare altre copie oltre alla prima, una volta che ha già effettuato la conversione di tutti i file video.

Ha inoltre un'efficace procedura di importazione dal web, scaricando anche video in HD direttamente da Youtube: non dovete fare altro che dargli in pasto l'URL del video Youtube e lui lo scarica probabilmente in HD. Son riuscito, per prova, a prendermi un video di Bruno Mars - the Lazy Song - in 720p e a metterlo su una chiavetta USB in formato Matroska (MKV).

Semplice, snello, veloce, senza banner o watermark: è la soluzione ideale al problema.

Handbrake (NI, non masterizza)

Disponibile sia per Windows che per Mac sembra avere le stesse funzionalità di Freemake Video Converter, ma in realtà non le ha. Non è in grado di scaricare da Youtube, nè tanto meno di produrre direttamente il file ISO o di masterizzare l'output sull'unità DVD-RAM, ma ha una quantità di parametri configurabili spaventosa rispetto a Freemake. Serve insomma per rippare da qualsiasi sorgente, tranne che dal web.

E' completamente freeware, quindi bisogna assolutamente tenerlo a disposizione su disco rigido, magari su OS X, proprio per fare quello che non si riesce a fare al primo colpo con iMovie '11.