\\ Home Page : Articolo : Stampa
Il Caching service di OS X Server
Di Marco Tenuti (del 21/05/2015 @ 23:12:27, in OS X, linkato 535 volte)

Da un po' di tempo non è affar semplice scaricare dei dischi immagine (.dmg) per effettuare installazioni o aggiornamenti nelle ultime versioni di OS X. Apple ha deciso di controllare il traffico e le installazioni per quanto possibile attraverso i propri servizi centralizzati ed è così che siamo sempre più costretti ad utilizzare il Mac App Store per ottenere l'aggiornamento del sistema operativo a Mavericks (10.9) o Yosemite (10.10) o qualsiasi altro aggiornamento incrementale di applicazioni o del sistema operativo.

Questo può rappresentare un problema abbastanza serio in un ambiente in cui la banda verso Internet non è così esagerata, perché ogni client necessita di collegarsi direttamente ai siti di Apple per scaricare i propri aggiornamenti. Se pensiamo ad esempio di installare l'aggiornamento a Yosemite su una rete di una ventina di computer Mac, dovremmo tecnicamente andare a scaricare 20 x 5 GB, per un totale di 100 GB, cosa praticamente insostenibile anche per chi è dotato di collegamento in fibra ottica.

In realtà Apple ha offerto da parecchio tempo un servizio di Sofware Update per le proprie versioni Server di OS X, in cui cercare di ridurre drasticamente il traffico di download, però il servizio è stato sostituito recentemente da Caching service, dove vengono riviste alcune cose:

  • si possono affiancare più server in grado di offrire il Caching Service allo scopo di ridurre il traffico locale di rete
  • si può disabilitare la consegna dei package di installazione verso subnet locali, nel caso in cui queste ultime siano lente
  • si possono distribuire anche contenuti relativi ad iTunes o iOS

In realtà il nuovo servizio di Caching è proposto come elemento di novità e non come sostituzione in toto. E' pertanto possibile abilitare su OS X Server 4.x sia uno che l'altro servizio, nel caso in cui si vogliano ancora offrire aggiornamenti ed installazioni sia per macchine con OS X 10.8.2 o successivo che per macchine con sistema operativo antecedente (Lion o Snow Leopard).


Pagina di configurazione del servizio di Cache di OS X Server

Una tabella forse aiuta a capire meglio un po' tutte le differenze tra i due servizi:

Categoria servizio Software Update servizio Caching
Tipo di contenuti cachizzati solo aggiornamenti software di OS X aggiornamenti software di OS X e iOS, applicazioni dall'App Store, dal Mac App Store, iBooks Store, iTunes U ed il prezioso Internet Recovery
Come specificare i contenuti da servire Manualmente o automaticamente Non necessario farlo
Partenza del download Immediata o manuale Alla prima richiesta di un client direttamente ai server Apple
Configurazione del client Linea di comando, preferenze gestite o profilo di configurazione NESSUNA

E' chiaramente apprezzabile il fatto che Apple abbia eliminato drasticamente la necessità di configurazione, cosa che facilita enormemente le cose per gli amministratori di rete.