\\ Home Page : Articolo : Stampa
Un tortino alle mele a Passo Fittanze
Di Marco Tenuti (del 11/10/2009 @ 14:59:58, in MTB, linkato 1514 volte)

Tortino a Passo Fittanze in ottobreIn attesa che il Conte Savoia prepari una cronaca esauriente delle pedalata che hanno fatto stamattina lui, il Paolo Orlandi, insignito ancora quest'estate del titolo di Gran Bacan della Lessinia e un altro valpantenese in divisa GC Grezzana, io non faccio altro che postare la foto dello squisito tortino che ho avuto la fortuna di consumare con loro a Passo Fittanze questa mattina verso le 10.40.

In vallata i trenini su BDC verso le 8.30 erano numerosi. Prima è passato quello del GC Grezzana, con almeno una ventina di unità o forse anche più, mentre appena 5 minuti dopo passava quello ancor più numeroso del mio team Turnover.

Il Conte Savoia, dopo la defaillance del suo copertone Continental King 2.2 latticizzato, non aveva altra scelta che prendere la BDC, visto l'appiedamento della sua Verdona. L'idea di andare coi trenini su strada in direzione lago non lo entusiasmavano molto e così ne è nato un giretto che aveva come obiettivo quello di mangiare il tortino di mele alla baita proprio a Passo Fittanze.

Io, che son abbastanza goloso di queste cose, non ho resistito la tentazione e così mi son fatto trovare verso le 10.30 giusto in tempo per prenotare la squisitezza della baita dall'attacco di altri ciclisti assatanati, che arrivavano al passo da tutte le direzioni. Grazie alla mia azione di placcaggio ed intimidazione nei confronti del gestore del baretto, son riuscito a tenerli da parte fino all'arrivo del mio gruppetto. Ce li siamo davvero gustati in compagnia assieme ad un caldo cappuccino, che per un momento mi son quasi immaginato tutta la fatica che hanno fatto loro per conquistarselo, come se avessi sudato anch'io con loro.

Da lì in poi la giornata volgeva per il meglio, perché, nonostante la temperatura non caldissima a quota 1400 metri s.l.m., il cielo era limpido e un timido soletto riscaldava le ossa dei ciclisti in quota in alta Lessinia. Per me davvero un'occasione persa per pedalare in simili condizioni, ma avrò modo di rifarmi appena questa convalescenza volgerà al termine.