\\ Home Page : Articolo : Stampa
Mission Possible: el tortin de mele
Di Marco Tenuti (del 11/10/2009 @ 21:53:06, in MTB, linkato 1310 volte)

Il Conte fa pausa brioches a Passo FittanzeEccomi a diramare pubblicamente la cronaca del Conte Savoia, dopo la bella uscita fatta da lui e Paolo stamattina in Lessinia Occidentale.

Dopo la cocente e soprattutto bagnata delusione di ieri con il Continental Race King di neanche un mese letteralmente tagliato - ben 4 cm! -, si vede che l'esercito di cacciatori sguinzagliato per la Contea e zone limitrofe non è ancora riuscito a far tacere quei due Gufi montoriesi, ho diramato una proposta di uscita in BDC per questa mattina. All'invito ha risposto presente il Paolo Orlandi e, nonostante i due trenini incontrati in senso opposto nella direttiva Grezzana/Lago di Garda, io ho proposto di andare a degustare i mitici tortini di mele al Passo Fittanze. Complice la giornata tersa, seppur fresca, e la voglia di essere contro corrente al solito trasferimento lacustre invernale, ci siamo diretti verso la meta prefissata, però.... però un gruppetto di ciclisti non può essere composto da solo 2 unità ho proposto a Paolo di recuperare un terzo.

Il caso ha voluto che io proprio la sera prima avessi noleggiato un film alla videoteca di Grezzana e avessi notato una sagoma cartonata raffigurante Sergio Castellito nei panni dell'indimenticato Fausto Coppi... e lì ci è scattata un'idea perversa e malsana agli occhi dei più. E' doveroso ricordare che siamo ancora orfani dell'Ing. Tenuti, tuttora convalescente dopo l'incontro ravvicinato con una Focus, e quindi abbiamo messaggiato all'assente di farsi trovare al Passo Fittanze per evitare che i nugoli di ciclisti e motociclisti ci mangiassero tutti tortini, mettendolo anche al corrente di cosa avevamo in mente.

Lui stesso è rimasto entusiasta dell'idea e ci ha addirittura prestato la sua Scott per consentirci di mettere in scena la nostra pantomina.

Sistemata la sagoma cartonata sulla Scott opportunamente agganciata alle nostre BDC, ci siamo lanciati verso Lugo e da lì, con una variante molto interessante che da Corso portava a Cappella Fasani, abbiamo guadagnato quota fino ai 1.400 m. di Passo Fittanze.

Lungo il tragitto io e Paolo ci siamo parlati molto addosso e cercato di coinvolgere di tanto in tanto la sagoma cartonata, effettivamente un pò affaticata per poter rimanere agganciata sulla sua MTB. A dirla tutta questa sagoma non era molto di compagnia, ella infatti si limitava ad ondulare un pò a conferma o negazione di quanto stavamo dicendo. Per dovere di cronaca è da segnalare che avevo perso una chiamata al cell. dell'Anonimo T., alle h. 9,05, quando ormai non eravamo già a Corso.

Dopo questa bella pedalata veramente alla "volemose ben", siamo arrivati a destinazione e lì abbiamo trovato l'Ing. Tenuti che con due pompe, per la cronaca una Barbieri in carbonio e un'Elite in lega leggera però con il manometro, stava tenendo a bada 18 ciclisti imbufaliti e 34 Hell's Angel, evidentemente alterati dall'ultimo concerto di Pupo al Castello di Beseno di venerdì sera, che volevano a tutti i costi abbuffarsi con gli ultimi tre tortini di mele rimasti.

Grazie all'eroica resistenza dell'Ing. Tenuti e dopo una doverosa foto per documentare l'obbiettivo raggiunto, abbiamo letteralmente spazzolato gli squisitissimi dolcetti corroborati da cappucini e caffè.

Finita la pantagruelica "pausa briosche", abbiamo salutato Marco e, sempre con l'inseparabile sagoma cartonata, siamo tornati a casa passando da Erbezzo, Boscochiesanuova e Azzago.

Ottima uscita, consigliata a tutti quelli che oggi non hanno potuto unirsi al nostro gruppetto.

P.S.: nella speranza che l'Ing. Tenuti possa ritornare a pedalare, segnalo che alla Videoteca di Grezzana è sempre disponibile la Sagoma Cartonata per chi volesse effettuare dei giri in vallata e in Lessinia.