Immagine
 Dopo Prato Piazza è la volta di buttarsi verso Carbonin (Dolomiti Superbike 2012)... di Marco Tenuti
 
"
Tempo e paja maura anca le nespole

Proverbio veronese
"
 



Miei sponsor
Gli sponsor che pago io

Social Network



Se vuoi contattarmi via e-mail:

t e n u t i @ l i b e r o . i t
Wikio - Top dei blog
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
á
á
Di Marco Tenuti (del 18/04/2009 @ 14:35:18, in MTB, linkato 2696 volte)

Deho, Cattaneo, Scandola, Andreis e Modesti Su segnalazione di Simone Scandola, riporto qui la visibilità che si sta dando ad una gara destinata a crescere nel panorama della MTB veronese e veneta.

Martedi 14 aprile 2009, il quotidiano l'Arena, la piu' importante testata giornalistica della Provincia di Verona, ha dedicato un bel servizio sulla visita di Marzio Deho e Jhonny Cattaneo in Val d'Illasi appositamente arrivati a Tregnago per testare il percorso della Granfondo Tre Valli.

Ricordando che per visionare le foto della giornata è possibile visitare direttamente il sito internet al link http://www.granfondotrevalli.it/galleria.html si riporta, di seguito, il testo integrale dell'articolo firmato dal corrispondente Vittorio Zambaldo.

ATLETI DELLA NAZIONALE TESTANO IL PERCORSO DELLA TRE VALLI

In sella Marzio Deho, Johnny Cattaneo e Dimitri Modesti. Mille i ciclisti attesi alla gran fondo di settembre.

Campioni di mountainbike hanno provato il tracciato più lungo, definendolo bello, tecnico e impegnativo. I posti sono stupendi, i tracciati sono di quelli che a fatica si trovano, almeno così vicini alla città e l'organizzazione si sta rivelando super per la dodicesima edizione della Granfondo Tre Valli, gara regionale di mountainbike organizzata dalla società tregnaghese Bibike Team Andreis su due tracciati: uno di 40 chilometri e l'altro di 24.

Proprio Agostino Andreis e Simone Scandola, bikers e organizzatori stanno allestendo un'edizione coi fiocchi per il 5 e 6 settembre, date fissate per l'evento. In questi giorni hanno invitato a provare il percorso più lungo gli atleti bergamaschi Marzio Deho e Johnny Cattaneo, con il campione di casa Dimitri Modesti.

"Attendiamo un migliaio di atleti al via", anticipa Scandola, " e ci proponiamo di creare un evento in grado di valorizzare le valli di Mezzane, Illasi e Tramigna sotto tutti i punti di vista". Ha messo nel sacco il patrocinio di Comune di Tregnago, Provincia, Regione, Federazione ciclistica italiana e persino il coinvolgimento del'Università di Verona: " Perché la gara non si limita a essere una semplice manifestazione sportiva, ma propone iniziative che spaziano dalla medicina, al folclore, alla cultura".

Dal punto di vista sportivo il percorso di 40 chilometri, che ha un dislivello di 1.070 metri con cinque salite principali è impegnativo, tecnicamente completo e quasi tutto sterrato. Paesaggisticamente molto suggestivo è adatto al vero amante della mountain bike. Quello più breve, di 24 chilometri e un dislivello di 675 metri con due salite importanti, è adatto anche ad un biker non troppo esperto.

" Bello, pedalabile, discretamente tecnico e duro perché le salite non mancano e faranno selezione", questo il giudizio di Marzio Deho. Il biker del team Olympia, di cui fa parte anche Agostino Andreis, che lo ha invitato, è stato colpito dal paesaggio in fiore e dai molti sterrati: " L'organizzazione e il percorso sono all'altezza per proporre nei prossimi anni una gara nazionale", ammette l'atleta, che ha disputato 8 campionati del mondo e 4 europei con la maglia azzurra, è campione italiano Marathon 2003 e numero uno nel ranking nazionale dal 2005 al 2007.

Johnny Cattaneo è stato in coda per metà percorso: " Volevo proprio godermi il paesaggio", dice, "ed è davvero un itinerario alla portata di tutti, pur con salite impegnative. Mi candido per essere presente alla gara e credo che allungando un po' l'itinerario si posa chiedere l'omologazione nazionale", aggiunge il campione, ottavo al mondiale Marathon Dolomiti Superbike lo scorso anno e medaglia d'argento al campionato italiano di cross country.

" Valido e tecnicamente completo con salite impegnative e discese veloci", definisce il percorso lungo Dimitri Modesti, il campione di Cerro Veronese che ha trasmesso a Damiano Cunego la passione per la bicicletta. " Ho fatto la categoria Elite per 12 anni, ora sono leader del circuito Master 1 e ho vinto le quattro gare finora disputate. Conto di concludere con buon margine che mi permetta di partecipare alla Gran fondo Tre valli", promette.

Collegati alla gara di settembre anche altri eventi importanti: il "Tre Valli Training", iniziativa, unica in Italia, proposta in collaborazione con la facoltà di Scienze motorie di Verona, che ha come principale finalità quella di mettere a disposizione di tutti gli appassionati di mountain bike alcune indicazioni utili per partecipare alla gara al massimo delle proprie possibilità; la "Vetrina del biker" ha invece lo scopo di dare visibilità a tutti i biker che che desiderano essere inseriti nel sito Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa

 
Di Marco Tenuti (del 16/04/2009 @ 23:38:00, in web, linkato 5399 volte)

E' da un bel po' che ne ero a conoscenza e così ho deciso di diffondere la cosa anche attraverso il mio blog, ma Skype già dalle versioni non proprio recentissime, presenta una sfilza di emoticon segreti molto simpatici, che funzionano su tanti client. Se siete utenti Skype provate ad aprire una finestra di Chat e inserite i seguenti codici:

(mooning)
(finger)
(rock)
(smoking)
(toivo)
(headbang)
(drunk)
(bandit)
(~)
(drunk)
(makeup)
(pi)

Ed ecco che avete a disposizione un bel pò di iconcine non listate... Esistono dei testi anche per le bandierine nazionali: provate anche (flag:sigla del paese) ,ad sempio (flag:IT) o (flag:US)

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 14/04/2009 @ 10:40:09, in MTB, linkato 1240 volte)

Le gambe tornano a girare Non se ne abbiano quelli sensibili a queste cose se in questo fine-settimana pasquale io sono resuscitato a vita migliore, com'è anche nella ricorrenza pasquale, in cui i credenti ricordano la Resurrezione di Cristo e ribadiscono la loro fede. I pochi chilometri fatti mercoledì scorso in compagnia di mio figlio Enrico avevano fatto presagire al fatto che non sarebbe stata una passeggiata, ma alla fine il weekend è molto andato meglio del previsto.

Mercoledì scorso infatti l'impressione è che la pedalata rotonda fosse ostacolata dalla distensione della gamba sinistra che, sottoposta allo stretch, si metteva un po' a tirare. E' così che nel giorno del venerdì santo ho pensato di dedicare il pomeriggio prima con un giretto in BDC all'ospedale di Borgo Trento, dove l'idoneità agonistica era là ad aspettarmi invano da più di un mese, con tutta l'intenzione di averla pronta per la Lessinia Legend, e poi alle funzioni religiose pasquali, andando alla cerimonia religiosa della Passione di Gesù Cristo nella Chiesa di Alcenago. Già venerdì la gamba tirava decisamente meno che mercoledì, anche se l'impressione è che si mettesse a tirare a frequenze alte di pedalata, a cui mi ero stabilmente abituato fin dai mesi autunnali. 60 pedalate al minuto rappresentavano la frequenza al limite, ma son andato e tornato da Verona, abbastanza contento del miglioramento sempre su medie dei 20-22 km/h.

E' così che sabato nel primo pomeriggio in compagnia di Enrico son andato incontro al mio "compagno di merende", il quale, già in fase di riabilitazione avanzata, si metteva a tirare ai 27 km/h di media da Pieve di Colognola fino a Nesente. La verità è che era attratto dal tiramisù alle fragole in preparazione a casa mia per la domenica di Pasqua, quindi la prestazione del Radu è chiaramente viziata dall'effetto del più dopante dei dolci, il tiramisù appunto. E' così che il giretto di sabato ha segnato per il sottoscritto un'altra ventina di chilometri col massimo godimento per le temperature di questa primavera.

Domenica di Pasqua invece all'insegna dell'esclusiva degustazione gastronomica a casa dei miei genitori, con antipasti della suocera - tartine di uova e asparagi, saccottini di wurstel e prelibate pizzette, primi con spatzle tirolesi allo speck preparati da mio "cognato" e rotolini ai funghi, mentre il secondo era un'accoppiata di squisito vitello tonnato ed un aromaticissimo rotolo di arrosto ai limoni. Per concludere assortimento di cioccolata di varie uova pasquali in regalo ai bimbi e il tiramisù alle fragole della Cicci. Unica appendice ciclistica della giornata ovviamente la Parigi-Roubaix su Raitre, dove Pozzato non ha esaltato molto a fronte di un Tom Boonen chiaramente sopra le righe.

Lunedì di Pasquetta invece poco culinario e all'insegna del lavoro, con una revisione completa di un sito web multilingua - che dura col cinese e con l'arabo! - mentre nel pomeriggio sgambatina in BDC con una trentina di chilometri sempre in pianura però con la frequenza massima di pedalata che arriva a 70 bpm!

Son contento del weekend ciclistico, niente da dire: son tornato alla "normalità", che non mi pare neanche vero. Certo che pedalare a 50 bpm, col cuore a riposo e senza produrre una goccia di sudora non è ancora proprio la normalità, ma "tempo e paia, maura anca le nespole". Ora devo solo non farmi prendere la mano e rimanere basso sia con lo sforzo del carico che coi chilometri. Tutta da decidere insomma la mia uscita in BDC fino a Lazise per la gran fondo su strada prevista per domenica, dove vorrei fare il fotografo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 10/04/2009 @ 10:03:27, in web, linkato 1223 volte)

La soluzione è molto semplice per evitare alcune noie tra i browser basati su AppWebKit e il server runtime di ASP.NET.

Basta mettere nel codice di ogni MasterPage queste righe:

if (Request.UserAgent.IndexOf("AppleWebKit") > 0)
{
Request.Browser.Adapters.Clear();
}

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 08/04/2009 @ 16:00:03, in MTB, linkato 919 volte)

Il Marcante in piscina Fino alla fine della scorsa settimana, ero attanagliato dalla morsa della contrattura stabile al muscolo soleo. Invece sabato son riuscito ad andare in piscina e piano piano la contrattura si è dissolta ed ho cominciato a lavorare bene in piscina.

Visto che la fissa mentale passa dalla sella alla vasca, dopo le 20 "vasche" inaugurali di sabato, l'escalation è proseguita lunedì con 40 sempre in vasca corta ed oggi con 42 in vasca lunga, per una lunghezza stimata di circa 1200 metri.

La tentazione di salire in bici ovviamente è forte e, nonostante salga spesso sulla Graziellina che tengo a Padova, l'astinenza da bici agonistica si protrae dal 25 febbraio, quindi potete capire che star fermi ben 50 giorni è una cosa da record.

L'idea mia sarebbe quella di fare un giretto verso venerdì o sabato, sempre meteo permettendo, altrimenti me ne starò ancora a casa un po' a riposarmi o magari a fare qualche altra vaschetta in piscina.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 05/04/2009 @ 20:57:16, in MTB, linkato 2682 volte)

Miglio in testaHo il piacere di segnalarvi l'URL della gallery delle mie foto scattate oggi alla Gran Fondo Zen Air, prima edizione di una nuova gran fondo veronese con partenza e arrivo a Sant'Ambrogio di Valpolicella, Verona. Eccole qua:

http://picasaweb.google.it/MarcoPpower/GFZenAir2009

Sono 389 scatti divisi in tre appostamenti e rispettivamente:

  • ultimi tornanti prima di Passo Fiamene
  • centro abitato di Prun di Negrar
  • in prossimità nell'abitato di Breonio

Nei primi due gruppi di scatti sono mescolati atleti impegnati sia nel percorso corto che nel percorso lungo. L'ultimo gruppo di scatti si riferisce invece ai soli atleti impegnati nel percorso lungo.

Ovvio che nelle foto ho dato particolare evidenza gli atleti della mia squadra Turnover, ma anche agli amici del team Focus Italia - in particolar modo la sfida in casa tra i gemelli Pezzo - nonché al carissimo Massimiliano Miglioranzi, che oggi ha mancato la vittoria assoluta per pochi centimetri.

Se volete ricevere le foto in alta risoluzione, non avete che da chiedere via SMS, Skype, Facebook, email o di persona, che io le tengo tutte a 8 Mpixel. Ci sono parecchie foto che sono venute veramente bene, per cui sapete come fare a contattarmi.

Ricordo inoltre di guardare nei prossimi giorni il blog del Pezzo dove arriveranno degli ulteriori contributi montati dal mio "compagno di merende":

http://blog.libero.it/pezzo

Devo dire che come fotografo, non sono un granchè e mi auguro sempre di fare meglio alla prossima, ma a dirla tra i denti, "Alla prossima" spererei di fotografare un po' meno e di pedalare anch'io!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 03/04/2009 @ 16:01:36, in web, linkato 7951 volte)

In questi giorni sono alle prese con un lavoro di localizzazione di un sito internet in varie lingue, tra le quali molto "estreme" come arabo e cinese e mi sono scontrato con problemi a cui non sono molto abituato, ciononostante in rete ho trovato molto utili alcuni articoli e letture, come quello di Ettore Peyrot postato sul forum di HTML.it, che riporto qui integralmente.

Il problema è che una bandiera, per definizione, individua una nazione e non una lingua. E' quindi sbagliato indicare una lingua con la bandiera di una nazione, per principio. Che molti non lo sappiano (o non ci pensino) e pratichino questo "standard", non cambia nulla sull'errore di principio, e fa sorridere chi di localizzazione e traduzione si occupa per mestiere. L'unica eccezione, volendo essere pignoli, è l'Esperanto, che ha una sua bandiera creata appositamente per identificare la lingua e non una nazione specifica.

Errore quindi, senza dubbio alcuno, ed errore che, oltretutto, comporta conseguenze spesso negative per la "leggibilità" dell'indicazione ed in molti casi anche per la "accettabilità" della stessa da parte di settori più o meno vasti di utenza.

Ovvero, le bandiere UK o US non possono/devono indicare la lingua inglese, che è parlata anche in molti altri Paesi, come la bandiera della Francia non può/deve indicare la lingua francese, quella della Spagna la lingua spagnola, quela del Portogallo la lingua portognese, ecc. La "accettabilità" della indicazione implica che un australiano cliccherà meno volentieri su una bandiera US per leggere una versione in inglese, un brasiliano cliccherà meno volentieri su una bandiera del Portogallo per leggere una versione in portoghese, un messicano/argentino/ecc. cliccherà meno volentieri su una bandiera della Spagna per leggere una versione in spagnolo.

Per non parlare della lingua araba, dove l'utilizzo di una bandiera piuttosto che un'altra può significare il netto rifiuto di visitare una versione linguistica da parte di qualche milione di utenti che vedono tale nazione come fumo negli occhi. Senza dimenticare che la diffusione di Internet in aree geografiche sino a pochi anni fa poco interessanti come bacino di utenza, ma oggigiorno sempre più ricche di possibilità commerciali, rafforza ancor di più situazioni di "inaccettabilità" per un identificativo geografico/nazionale da parte di utenti che parlano determinate lingue, e che possono identificare la bandiera della nazione che "abitualmente" o "istintivamente" (per chi naturalmente ignora tutto o quasi della storia/tradizioni/ecc. locali) viene usata per tale lingua come la "bandiera del nemico/oppressore/traditore".

Molti esperimenti hanno quindi dimostrato come l'utilizzo di bandiere possa ridurre di molto la visibilità di una versione linguistica. Non solo per una questione di "fastidio campanilistico" (es. "sono americano e non clicco su una bandiera UK per leggere una versione in inglese", "sono austriaco e non clicco su una bandiera della Germania per leggere una versione nella MIA lingua madre, il tedesco", ecc...) ma spesso anche per una questione di effettiva "non conoscenza" (quanti brasiliani credete che conoscano e siano in grado di individuare una bandiera del Portogallo come espressione di una versione in portoghese? Quanti argentini credete che conoscano e siano in grado di individuare la bandiera della Spagna come espressione di una versione in lingua spagnola? )

Non è quindi uno sfizio o una inutile ossessione per la precisione dovuta al mestiere nel settore che mi spingono a sconsigliare vivamente l'uso delle bandiere, spiegando l'errore grossolano per l'indicazione di una entità (la lingua) che con una bandiera può avere poco o nulla a che fare.

La soluzione testuale ha dunque il vantaggio di essere quella:
a) corretta,
b) accettabile e perfettamente comprensibile per tutti i potenziali visitatori (anche se di nazionalità diverse) che parlano la lingua così definita,
c) utilizzabile anche come spinta per la keyword della pagina di target.

Ovviamente, in tutti i casi in cui è possibile non parliamo della semplice soluzione testuale indicante il nome della lingua "english - italiano - fran├žais - ..." ma di quella indicante l'oggetto/tema/argomento/kwd nella lingua di destinazione "kitchens - cucine - cuisines" (per un sito che tratta, nell'esempio, di cucine appunto).

Questo tra l'altro, comporta anche la codifica della pagina in UTF-8 per consentire l'inserimento di grafie appartenenti a codifiche diverrse (cinese, italiano, russo...) nella stessa pagina mantenendo la leggibilità da parte di utenti e crawler, ma qui andiamo verso l'OT rispetto al tema originario

Nulla da ridire, per concludere, su soluzioni grafiche alternative, se si rieuscisse ad individuarne (usabilità/leggibilità estese sempre considerate nella applicazione grafica, tra l'altro). Ovvero, ad individuare rappresentazioni grafiche che esprimano adeguatamente una lingua e siano allo stesso tempo ben studiate nella localizzazione: attenzione quindi a non esprimere graficamente nulla che non sia comune a tutti coloro che parlano la lingua rappresentata, o ancor peggio che risulti offensivo/sgradito o anche semplicemnente sconosciuto a gruppi di utenti che parlano tale lingua. Nello specifico, l'omino con bombetta è decisamente "British" ed uno statunitense farebbe fatica ad identificarvisi, l'omino con baguette è decisamente orientato alla Francia ed un canadese non lo identificherebbe come proprio.

La localizzazione è una attività complessa, che al di la dei "piaceri" e delle "convinzioni" si deve basare su dati oggettivi ricavati da ricerche, test di utilizzo e di comportamento degli utenti, analisi sulle componenti delle realtà storiche, geo-politiche, economiche, etniche, religiose, culturali, eventualmente coinvolte. In alcuni casi, "bruciare" un 20%, 30 %, 50% o più di utenza potenziale per aver sbagliato una grafica è qualcosa che il cliente finale non è disposto ad accettare (e più spesso di quanto si creda c'è poi qualcuno pronto a farglielo notare se non se ne è accorto subito). Lo dico con conoscenza di causa, dato che l'anno scorso abbiamo quasi raddoppiato gli accessi ad un sito di un nuovo cliente correggendo qua e la alcune inesattezze nelle versioni linguistiche e cambiando le bandiere in link testuali. Errori del Web designer, che aveva affidato la traduzione a personaggi poco competenti, e non sapeva nulla delle necessità di localizzazione.

Qui sotto comunque trovate il thread completo, dove ho scovato il post di Peyrot:

http://forum.html.it/forum/showthread.php?threadid=555590

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 01/04/2009 @ 12:39:48, in informatica, linkato 1074 volte)

Non ci avrei minimamente creduto, fino a quando non ho installato sul mio computer la beta pubblica di Opera 10. Questa volta i programmatori di Opera si sono davvero superati.

I requisiti minimi dell'hardware sono però importanti e richiedono un processore a doppio core, Windows XP col Service Pack 3 o Vista col Service Pack 1 e ovviamente una webcam o una telecamera collegata via porta USB2 o Firewire con un CCD con qualità decente.

Se volete leggere l'articolo tradotto in italiano, lo trovate su Macitynet a questo indirizzo:

http://www.macitynet.it/macity/aA37344/con_opera_10_beta_si_puo_navigare_con_le_gesture_facciali.shtml

Altrimenti vi rimando alla pagina ufficiale comparsa nel Lab di Opera:

http://labs.opera.com/news/2009/04/01/

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 30/03/2009 @ 23:48:58, in MTB, linkato 3001 volte)

Ecografia di controllo Non sono riuscito a tirare in là più di 5 giorni l'ecografia di controllo dal medico di fiducia, già di fiducia per il mio "compagno di merende" ed ora anche "mio" medico specialista di fiducia.

Stiamo parlando del dr.Cantamessa, in passato medico sportivo del Chievo Verona. Mi aveva detto di andare tre settimane dopo per il controllo e sono arrivato quasi alla quarta settimana, anche se a dirla tutta adesso sto davvero zoppicando male, pur di non sentire la contrazione muscolare di protezione alla lesione distrattiva in via di guarigione.

Andiamo pertanto col referto:

REFERTO

Al controllo odierno confrontato con precedente esame del 04/03/2009 si osserva: la lesione distrattiva osservata a carico del terzo prossimale del muscolo soleo appare sensibilmente migliorata, ma ancora ben documentabile.

In scansione longitudinale si osserva ancora distorsione di lieve grado dell'ecostruttura miofibrillare.

CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE

Quadro compatibile con lesione distrattiva in fase di avanzata risoluzione.

Questo insomma cosa vuol dire? Vuol dire che ci devo andare ancora mooolto cauto, ma in sostanza vuol dire che tra qualche giorno potrei cominciare a fare qualche esercizio in acqua in piscina ad altezza di 100-110 cm, camminando avanti e indietro, pedalando a vuoto lungo il bordo e facendo qualche nuotatina molto soft.

E per la bici? Per la bici il medico specialista mi ha consigliato di cominciare a guardarla non più con disprezzo, ma con amore e di salirci in sella tra 7-8 giorni: mi ha detto di andare molto leggero e di non caricare e di non fare salita. Questo vuol dire che a Pasqua mi concederò un paio di giretti del paese sulla BDC. Per le emozioni forti in MTB è ancora troppo presto! Però potrei pensare di fare il Piccolo Stelvio in discesa, se qualcuno mi porta su!

Intanto io continuo con le attività già in corso, cioè livello elevato di riposo, cremetta del Radu e un po' meno di calza elastocompressiva e se son rose, fioriranno.

Tremate tutti perché sto ritornando (pronto a rompermi di nuovo)!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 29/03/2009 @ 14:39:06, in MTB, linkato 1295 volte)

558 per il Marcante alla Legend Il Radu ed il sottoscritto, che sembrava più o meno un zingaro mendicante con stampella al semaforo, lui invece "decisamente meglio", eravamo quantomeno concordi su una cosa stamattina, quando abbiamo visto il buon Fabio Ridolfi aggregarsi al nostro gruppo in qualità di spettatori e fotoreporter dell'evento MTB, che vale un'intera stagione.

Noi non avevamo tecnicamente le forze e le condizioni tecniche e fisiche per gareggiare, ma il nostro spirito diceva, tifava, premeva per essere anche noi lì a fraccare sui pedali.

Ma rinunciare di correre per quattro gocce d'acqua, proprio non lo comprendiamo! Abbiamo troppa voglia di tornare a correre, tanto è vero che ieri, pur di respirare il clima di "gara", ci siamo perfino messi in coda in caserma a Montorio assieme a tutti gli altri concorrenti pur di sentirci parte del "branco".

Altro disertore della gara il buon Fabio Savoia, che complice l'ora legale, nonchè il cielo molto coperto, ha ben pensato di non arrivare nemmeno fino in caserma dove prendere il via! Ma come si fa!!

E si che gli organizzatori una volta tanto avevano pensato una cosa assolutamente positiva, cioè la PARTENZA e le GRIGLIE completamente COPERTE. Starsene una mezz'oretta senza prendere acqua alla partenza è senza dubbio una gran cosa e l'organizzazione prende cento punti solo per questo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 


Ci sono  persone collegate

Tagcloud

Gare 2017
GARE 2017?
26/03: GF Tre Valli
30/04: GF del Durello
21/05: Passo Buole Extreme
28/05: Soave Bike
25/06: Lessinia Legend
Gare 2016
GARE 2016
26/06: 6H Valpolicella Fatta
27/08: GF d'Autunno Fatta
08/11: XCRunning Grezzana Fatta
Tickerkm
KM STORICI

Km fatti

Palmares
BREVETTI E CIRCUITI

2014: Salzkammergut Survivor
2012: Prestigio MTB
2011: Prestigio MTB
2010: Prestigio MTB, Fizik Veneto
2008: Garda Challenge

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
famiglia (4)
fotografia (1)
gastronomia (1)
MTB (14)
rally (2)
viaggi (12)

Le fotografie pi¨ cliccate

Titolo
Quale circuito suggerisci al Marcante per il 2013?

 Lessinia Tour
 Prestigio MTB
 Nobili MTB
 Challenge Giordana
 Gare all'estero
 Stare a casa

Titolo

View Marco Tenuti's profile on LinkedIn

Listening
Kid Rock - Rock n Roll Jesus

Ghosts - The world is outside

Hellogoodbye - Zombies! Aliens! Vampires! Dinosaurs!

Reading
Fabio Volo - E' una vita che ti aspetto
Michael Guillen - Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo
Sophie Kinsella - I love shopping a New York

Watching
Mia moglie consiglia Le sorelle McLeod



Titolo
.NET Framework (4)
Abarth (13)
Alcenago (4)
auto (16)
consumatore (57)
cucina (18)
cultura (15)
dizionario (2)
famiglia (40)
finanza (4)
Grezzana (6)
hitech (17)
humour (8)
idee (1)
informatica (66)
iPhone (46)
mobile computing (10)
MTB (1198)
musica (4)
natura (23)
OS X (3)
PS3 (7)
rally (63)
salute (4)
social (4)
telefonia (3)
Verona (12)
viaggi (26)
video (7)
Visual Basic 6 (5)
web (49)
Windows (31)

Catalogati per mese:
Dicembre 2019
Novembre 2019
Ottobre 2019
Settembre 2019
Agosto 2019
Luglio 2019
Giugno 2019
Maggio 2019
Aprile 2019
Marzo 2019
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Dicembre 2018
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004

Gli interventi pi¨ cliccati

Ultimi commenti:
Timmy
10/12/2019 @ 09:41:59
Di Kim
Cinta Terakhirku MP3
10/12/2019 @ 01:54:18
Di Nannette
Garage Door Repairma...
09/12/2019 @ 06:59:44
Di Kendrick
jumpoline family fun...
06/12/2019 @ 22:10:27
Di Lisa
fun things to do tha...
02/12/2019 @ 22:37:08
Di Lilian
/blog/articolo.asp
23/11/2019 @ 12:44:30
Di Emilio
_____ _____ 2016
17/11/2019 @ 07:00:54
Di Anton
california fun place...
20/08/2019 @ 03:24:40
Di Lonna


15/12/2019 @ 00:16:39
script eseguito in 296 ms