Immagine
 Dopo Prato Piazza è la volta di buttarsi verso Carbonin (Dolomiti Superbike 2012)... di Marco Tenuti
 
"
Tempo e paja maura anca le nespole

Proverbio veronese
"
 



Miei sponsor
Gli sponsor che pago io

Social Network



Se vuoi contattarmi via e-mail:

t e n u t i @ l i b e r o . i t
Wikio - Top dei blog
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Marco Tenuti (del 30/09/2013 @ 14:13:34, in MTB, linkato 615 volte)

Fine settimana davvero ricco di percorsi, di chilometri e di pacche sulle spalle quello appena trascorso per il sottoscritto.

Sabato mi sono aggregato al GC Grezzana, che aveva in programma una delle gite più classiche, dove si unisce la pedalata cicloturistica alle degustazioni enogastronomiche: destinazione Fiera del Riso ad Isola della Scala.

La partenza dal Ciao è stata data alle 8.30 abbondanti e ci abbiamo messo tutta la mattina per arrivare ad Isola della Scala, a causa di un giro labirintico che ci ha visto spesso fermi per sosta caffé e sosta aperitivo, rispettivamente in quel di Custoza e di Nogarole Rocca.

Sosta a Custoza

Arrivati ad Isola della Scala a mezzogiorno in punto, solo il tempo di parcheggiare le nostre bici e poi ad accomodarsi a tavola per un congruo ristoro, nonostante i pochi chilometri pedalati fino a quel momento, cioè neanche 70 da casa. Con l'occasione anche l'Orlando ricongiuntosi per degustare el puerco dentro el risotto.

I senatori del gruppo sono comunque molto abili nella negoziazione del pasto e, forti del numero di presenze, cioè all'incirca una trentina di ciclisti, riusciamo a staccare con 10 Euro a testa:

  • abbondante risotto col tastasal
  • vino bianco e nero
  • acqua minerale e naturale
  • bis di risotto per più della metà dei presenti
  • caffé corretto grappa e sambuca
  • sfogliatine Vincenzi da pociare nel caffé

Di più non potevamo chiedere nè da una parte, nè dall'altra. Pertanto, ancora una volta il rapporto qualità-prezzo è imbattibile con Nik Turri & Co.

Trio Turnover a Isola

Le operazioni di reimbarco sulle superleggere sono però abbastanza lente, così come abbastanza lenta, anzi decisamente lenta, è la ripartenza da Isola della Scala in direzione Ca' degli Oppi, Oppeano e Zevio.

Succede qualche attimo di scollamento nel gruppone, con la tensione per un attimo alle stelle, perché le ruote veloci vorrebbero sfrecciare a gara, a mo' di garone UDACE, mentre il resto del gruppo non ha le forze per stare nel treno ai 40 km/h. In più, per il sottoscritto, il compito di tenere sempre coperto l'Orlando, onde evitargli di stancarsi troppo per l'impegno all'indomani.

Comunque, dopo un ricompattamento in piazza a Zevio, c'è modo per gli scalmanati di sfogarsi, col classico vallonato che porta da Ponte Florio fino a Marzana, dove il Bigolo (Avanzi) è sempre quello più in forma tra un traguardo volante e l'altro, mentre io lo marco a ruota, senza mettere in discussione la sua leadership e causare crisi d'identità. Insomma mi ritrovo senza volerlo dentro qualche trenata "UDACE" tra Gentlemen, Supergentlemen A-B eticì.

Domenica mattina, invece, prendo la Santa Messa delle ore 8.00 a Grezzana e poi con calma, molta calma, parto da casa alle 9.45 con l'intenzione di andare sul percorso della Granfondo d'Autunno a scattare foto.

Così salgo da Grezzana a Montecchio di Negrar in soupless, poi giù verso le Ragose e svolta a destra in direzione Gigi in modo da imboccare il toboga che porta a Villa Novare.

Quando arrivo alla fettuccia che delimita il percorso di gara, gli sbandieratori mi dicono che i primi due concorrenti, Rabensteiner e Righettini, gli uomini Focus XC, sono già passati, così mi infilo dentro io cercando di andarli a prendere in discesa con lo zainetto e la reflex a spalle, ma non li vedo proprio...

Poco male, mi fermo un attimo per fare passare il terzo ed il quarto e così tengo la loro ruota fino a Villa Novare e riesco a momenti nell'azione di rientro su Agostino Andreis e Georgy Dmitriev.

Da lì in poi mi posizionerò per scattare un centinaio di foto in un paio di punti nei paraggi della villa e poi, appena passato il Max Maga, mi ritroverò a percorrere tutta la parte finale di gara scambiandomi di tanto in tanto con lui e gli altri concorrenti sul suo passo. Per le foto andate qui.

Totale chilometri 165, di cui 43 nella giornata di ieri per andare e tornare dalla Granfondo d'Autunno, cioè un pezzo di gara più un paio di ascese su asfalto per andare e tornare da casa, cioè 1200 metri di dislivello.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 29/09/2013 @ 14:50:47, in MTB, linkato 1813 volte)

Appena postate con Picasa tutte le mie foto della Gran Fondo d'Autunno '13 organizzata dal Team Bcicli.

Se le volete in alta risoluzione, scrivetemi che ve le mando volentieri.

Buona visione!

Icio Birtele alla GF d'Autunno 2013
clicca sulla foto per andare alla gallery

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 27/09/2013 @ 18:59:23, in informatica, linkato 1016 volte)

Non tutti sanno che Dropbox ha una funzionalità che consente di velocizzare enormemente la sincronizzazione dei file monitorati da Dropbox tra i computer che si trovano all'interno della stessa rete locale.

Questa impostazione è già attiva, per cui non dovete fare altro che beneficiarne.

Vi rimando alla pagina sul sito di Dropbox.

Che cos'è la sincronizzazione LAN?

La sincronizzazione LAN è una funzione di Dropbox che velocizza enormemente la sincronizzazione se il file si trova in una rete locale (LAN).

Che cosa significa esattamente? Se aggiungi un file al Dropbox del tuo computer, il file viene sincronizzato con i server Dropbox. Dropbox avvia poi il processo di sincronizzazione non appena determina che è stata apportata una modifica al file. Tutti i computer collegati e le cartelle condivise scaricheranno qualsiasi nuova versione del file. Con la sincronizzazione LAN, Dropbox andrà per prima cosa a cercare il nuovo file sulla rete locale, evitando così di dovere scaricare il file dai server Dropbox velocizzando incredibilmente il processo di sincronizzazione.

La sincronizzazione LAN è un vantaggio supplementare quando si usano PC in rete che condividono lo stesso router o all'interno di un altro tipo di rete locale.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 27/09/2013 @ 10:44:36, in web, linkato 803 volte)

Oggi Google festeggia il suo quindicesimo anniversario con un doodle a mo' di giochino, com'è ormai consolidato ormai nella "tradizione" della casa di Mountain View.

Basta andare nella home page di Google!

Battete bene col bastoncino e vincete un sacco di caramelline e dolcetti!

Il doodle del 15° di Google

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 24/09/2013 @ 17:14:33, in MTB, linkato 795 volte)

Davide "Aitor" Finetto, di KM Sport, ha montato al volo il video della prova speciale 1 della Lessinia Legend Enduro, che lui stesso ha vinto. Guardate un po' se fa al caso vostro...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 23/09/2013 @ 22:52:45, in MTB, linkato 586 volte)

Spaghetti a colazioneVista come una gara, la Legend 2013 mi risulta qualcosa di atipico rispetto a tutte le altre gare a cui ho partecipato ultimamente. Senza dubbio il fatto di partire nel primo pomeriggio rappresenta la novità più intrigante. Qualcosa di comodo che non costringe a certe levatacce.

Ancora una volta, dopo la Conca d'Oro ai primi di maggio, ho il piacere di essere accompagnato da Enrico, che mi scorta a Velo Veronese portandosi dietro un attrezzo che la Lessinia Legend la conosce bene, la Scaletta, con cui ho corso la leggenda veronese per ben quattro volte. Questa volta la Scaletta ha da stare più rilassata. Il Bibike Team Andreis ha organizzato un minicorso per i bambini ed i ragazzi, quindi niente agonismo, ma solo tecnica per Enrico sul piccolo circuito ricavato dietro la palestra di Velo Veronese.

Così la fasi preparatorie mi vedono tirare giù dalla macchina non una, ma due bici, ma l'aria della giornata è per me quella di festa. Era dalla Granfondo Tre Valli che non correvo in compagnia dei tanti amici veronesi che conosco e che frequento ormai da anni, pertanto l'idea dell'agonismo passa in secondo piano e lascio volentieri spazio alle pacche sulle spalle e agli incoraggiamenti. Tutti che mi salutano, che mi chiedono come andrà oggi. Le mie aspettative non sono molto alte. Per tutta l'estate ho pedalato badando più alla resistenza che alla prestazione, per cui inutile aspettarsi picchi di performance da questa gara che presenta tanta salita, dove ci vuole anche tanto fiato, oltre che gamba.

La Scaletta si ripresenta alla LegendIn più il peso, che è lievitato inesorabilmente per tutta l'estate, non mi permetterà certo di stare con quelli che ritengo bravi quanto me. Pertanto l'approccio molto filosofico è quello che prevale, salvo emboli che potrebbero impigliarsi al via.

Come scrivevo sopra, atipica è la partenza, in orario pomeridiano. Non è niente male come idea. Così dopo il pranzo anticipato alle 10.45 del mattino a base fondamentalmente di spaghetti, olio, grana e basilico, ci scappa un caffettino assieme al resto del Trio Piocio, con in più la new entry di Enrico, che si spara pure lui come un adulto un caffettino, macchiato però di latte.

In tanti scalpitano per entrare presto in griglia. La cosa non mi sfiora molto, considerate le velleità della vigilia. Si entra con la "rebongia", tra lo stupore di alcuni biker vicentini che chiedono spiegazioni sulle griglie che non si trovano. "Non ci sono griglie, cari miei": siamo talmente in pochi, che non c'è bisogno di dividere la gente in scaglioni. Si parte tutti assieme appassionatamente. Ne sa qualcosa l'Orlando che ritarda le fasi di ingresso in griglia e si ritrova a pagare una differenza di real time di una buona quarantina di secondi, ma se per lui la cosa non rappresenta un problema nel salire verso Camposilvano, figuriamoci a noi!

Foto KM per il Marcante alla LegendEnrico, nel frattempo, gironzola a fianco della griglia, dove si fanno vedere anche il Fix J e la Silvia, in procinto di diventare papà e mamma a giorni. Dopo un po' di chiacchere con Icio Birtele ed Alessandro Zanini, oltre all'onnipresente Cactus, che cerca di immortalare il più possibile questa giornata, finalmente viene dato il via e non c'è più tempo per le chiacchere.

La salita verso Camposilvano e verso la deviazione ai Gaspari la si fa di buona lena, tanto è vero che rientro su un Papataso tanto inaspettato, quanto demotivato, mentre poco avanti si intravede il fratello. Mi viene da pensare che oggi forse sono di nuovo a battagliare con le solite maglie di sempre, invece c'è da accontentarsi e da arrivare in fondo cercando di limitare i danni.

La gara scorre molto più velocemente di quello che mi sarei aspettato. Solo un pezzo mi è risultato di durata infinita e cioè l'ascesa dal Vaio dei Folignani fino a Bocca di Selva. Sul pezzo più duro mi ritrovo a spingere a piedi per alcuni metri, con tanto di accenno di crampi per aver allungato un po' troppo i polpacci nello spingere a passi distesi, ma più che mai viene utile la fiala di magnesio, che mi fa sempre compagnia in tutte le gare. Nonostante questo minimo tentennamento continuo a guadagnare qualche posizione, scambiandomi spesso con le seconda e terza donna, il che vuole dire che proprio male non sto andando per il mio ritmo.

Impressionante è di essere già arrivato ai crampi dopo neanche due ore di gara, ma a tutto c'è una spiegazione. Evidentemente ho tirato non poco nelle battute iniziali e sono già nella situazione di essere a corto di liquidi. Al bivio di Bocca di Selva però gli organizzatori si distinguono ed arrivano perfino al cambio borraccia: lascio la mia praticamente vuota e ne prendo una quasi piena perdendo zero secondi, neanche fossi in corsa per la vittoria!

Da lì in poi comincia la parte più epica della gara, cioè quella "meno impegnativa" e "più suggestiva". Anzitutto la conquista del Monte Tomba, il punto più alto della gara dall'alto dei suoi 1766 metri, e da lì in poi la lunghissima discesa verso Velo Veronese, intervallata da qualche duna o qualche passaggio da non prendere troppo alla leggera.

Arrivo della Legend 2013

Tiro fuori però i denti e cerco di continuare a guadagnare posizioni su posizioni, grazie alla menata per il lungo giro attorno alla Pozza Morta, sempre troppo corta per i miei gusti. Anche l'ascesa al Malera è più difficile del solito, perché è il vento contrario a ridurre drasticamente la velocità media. Per fortuna questo passo non è relativamente breve e subito ci si caccia giù in picchiata verso il Parparo, dove ci aspetta la novità delle tre dune consecutive - bella sorpresina riservataci dagli organizzatori - tanto per accumulare altri 50 metri di dislivello, che faccio assieme al Bante Birbante, già in preda ai crampi.

Poi giù di nuovo a tutta, o quasi, sulle Lastre, dove una volta tanto posso lasciar scorrere le ruotone e lavorare la SID, a differenza dell'edizione passata, dove invece ero costretto a stringere i denti e sperare che queste passassero nel minor tempo possibile. Mi giro indietro ed il Bante non c'è più, così insisto nella mia azione di buon discesista, cercando di non pensare all'ultimo chilometro.

Tutta la famiglia nel dopogaraEd eccolo lì: il pratone a sud-ovest del Monte Purga, con le sue rampe erbose che superano sicuramente il 20%, ma che l'orgoglio pretende di superare senza scendere dalla bici. Infine i temutissimi scalini della staccionata poco sopra il cimitero: qui mi concentro nello scegliere una giusta traiettoria e sfilo via senza problemi; così posso dire di avere in pugno la mia sesta Lessinia Legend!

Mi giro indietro un attimo, tanto per scongiurare l'eventuale recupero di un concorrente da dietro, e poi l'emozione di sentirsi gridare "Papà, papà!" anche dal piccolo Tommaso non ha prezzo.

E come se non bastasse, vedersi applicare il bollino sul numero di gara e posare assieme alle miss Legend sono quelle piccole cose che un biker che corre nell'anonimato apprezza sempre. Una volta tanto uno si sente al centro della scena!

Così arrivano a circondarmi subito tutti gli amici, il Conte, i Pezzo, l'Orlando e la mia famiglia e ci si muove verso il ristoro finale col sorriso stampato in faccia, come se avessi corso con le pantofole per il corridoio e l'orto dietro casa. Mi sono sentito davvero a casa, dopo aver pedalato molto in questo scorcio di Lessinia negli ultimi mesi, a forza di bitumare avanti ed indietro per San Giorgio e Camposilvano.

Che dire della Lessinia Legend 2013: peccato davvero che non ci fosse gente a correrla. Dal punto di vista paesaggistico stupenda, da quello agonistico altrettanto impegnativa, ma mai impossibile. Sull'organizzazione si è visto che negli ultimi giorni si è aggiustando il tiro curando i servizi per la presenza di 400 biker, ma tutto è filato liscio, a mio modo di vedere. Tanti suggerimenti ed osservazioni degli ultimi due anni sono stati recepiti. Il pacco gara decisamente ricco rispetto a qualche edizione fa, con la maglia Carrera ed i copriscarpe Lex Italia, oltre altri prodotti della Lessinia. Da segnarsi sul taccuino anche il pasta pasty, che non prevedeva la solita pasta, ma qualcosa come i gnocchi di malga con ricotta affumicata o a scelta risotto col tastasal, insomma roba per palati prelibati, quindi complimenti ancora una volta allo staff. Io non cambierei una virgola per l'anno prossimo, solo la data: la farei tornare a fine maggio, secondo la tradizione.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 19/09/2013 @ 10:56:44, in iPhone, linkato 3828 volte)

Ieri sera sono incappato in un errore decisamente fastidioso, che non mi consentiva di installare iOS 7 sull'iPhone 5.

Tengo a specificare che l'approccio seguito dal sottoscritto è stato quello di non aggiornare il sistema operativo direttamente dal telefono via Wifi, ma di utilizzare iTunes su OS X 10.7.5.

La prima cosa che mi è stata proposta da Apple è stata proprio quella di aggiornare iTunes alla versione messa a disposizione proprio ieri, mercoledì 18 settembre 2013, cioè la 11.1. Ho pensato: esce il nuovo iOS 7; sicuramente l'ultimo iTunes è in grado di gestire anche le ultime novità o gli ultimi problemi.

Dopo aver scaricato il pacchetto di 1,24 GB, cosa per cui si è arrangiato in toto iTunes, ho cliccato per procedere con l'effettivo aggiornamento del telefono. Se trovate qualche difficoltà nello scaricare questo enorme pacchetto, vi consiglio anche questo articolo su Macitynet, dove potete bypassare il download attraverso server iTunes.

Durante la fase preliminare dell'aggiornamento, iTunes 11.1 fa svariate cose, tra cui analizzare il pacchetto, assicurarsi di avere un backup del telefono. E fin qua tutto bene.

Nel momento di procedere all'effettivo aggiornamento, si vede iTunes che dice di collegarsi all'iTunes Store, ma poi dopo un po' un laconico messaggio che recita:

Impossibile aggiornare iPhone «iPhone di Marco». This device isn't eligible for the requested build.

Per fortuna esiste Google e la soluzione a cui sono arrivato è abbastanza semplice. Dalla quantità di articoli e post su forum, pare che il problema non sia una novità con l'installazione di iOS 7, ma che sia un problema presente da tempo anche con iOS 5, iOS 6 e anche con cui ha provato ad installarsi più o meno abusivamente qualche beta di iOS 7. La soluzione consiste nel modificare un file di sistema in OS X e precisamente questo:

/etc/hosts

Questo file va aperto con un editor di testo e scoprirete che verso la fine avrà probabilmente un contenuto più o meno del tipo:

74.208.10.249 gs.apple.com
127.0.0.1 gs.apple.com

Modificate queste ultime due righe anteponendo il simbolo cancelletto davanti ad ognuna di esse:

# 74.208.10.249 gs.apple.com
# 127.0.0.1 gs.apple.com

Ora salvate il file, ovviamente coi previlegi di amministratore. Se non riuscite a salvare il file, salvatelo sulla vostra scrivania e poi, via Finder, andare a sovrascrivere il file nella posizione originale.

Il sistema vi chiederà sicuramente una password di amministratore per poter modificare il file di sistema. In alternativa potreste anche rinominare il file hosts in hosts_saved e poi salvate quello modificato proprio col nome originale, hosts.

Assicuratevi di chiudere e riaprire iTunes 11.1. Ora ripetete la procedura di aggiornamento e dovrebbe andare liscio come l'olio.

Una volta che il vostro iPhone sarà stato correttamente aggiornato, eliminate il file hosts modificato e ripristinate il vecchio hosts_saved in hosts, in modo da lasciare il sistema esattamente com'era prima di imbattersi in questo stallo.

Una guida illustrata la trovate anche su Melarumors.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 18/09/2013 @ 22:59:34, in MTB, linkato 724 volte)
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 18/09/2013 @ 11:08:55, in MTB, linkato 898 volte)

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 16/09/2013 @ 15:21:29, in MTB, linkato 901 volte)

Ringrazio lo zio Paolo per avermi mandato il video, che pubblico volentieri.

Mi pare sia il concorrente col pettorale 501, che dovrebbe corrispondere nientepopòdimeno che al Dimi, Dimitri Modesti, uno dei più "capaci" in Verona e provincia...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3


Ci sono  persone collegate

Tagcloud

Gare 2017
GARE 2017?
26/03: GF Tre Valli
30/04: GF del Durello
21/05: Passo Buole Extreme
28/05: Soave Bike
25/06: Lessinia Legend
Gare 2016
GARE 2016
26/06: 6H Valpolicella Fatta
27/08: GF d'Autunno Fatta
08/11: XCRunning Grezzana Fatta
Tickerkm
KM STORICI

Km fatti

Palmares
BREVETTI E CIRCUITI

2014: Salzkammergut Survivor
2012: Prestigio MTB
2011: Prestigio MTB
2010: Prestigio MTB, Fizik Veneto
2008: Garda Challenge

< giugno 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
famiglia (4)
fotografia (1)
gastronomia (1)
MTB (14)
rally (2)
viaggi (12)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Quale circuito suggerisci al Marcante per il 2013?

 Lessinia Tour
 Prestigio MTB
 Nobili MTB
 Challenge Giordana
 Gare all'estero
 Stare a casa

Titolo

View Marco Tenuti's profile on LinkedIn

Listening
Kid Rock - Rock n Roll Jesus

Ghosts - The world is outside

Hellogoodbye - Zombies! Aliens! Vampires! Dinosaurs!

Reading
Fabio Volo - E' una vita che ti aspetto
Michael Guillen - Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo
Sophie Kinsella - I love shopping a New York

Watching
Mia moglie consiglia Le sorelle McLeod



Titolo
.NET Framework (4)
Abarth (13)
Alcenago (4)
auto (15)
consumatore (57)
cucina (18)
cultura (15)
dizionario (2)
famiglia (40)
finanza (4)
Grezzana (6)
hitech (17)
humour (8)
idee (1)
informatica (65)
iPhone (46)
mobile computing (10)
MTB (1198)
musica (4)
natura (23)
OS X (3)
PS3 (7)
rally (63)
salute (4)
social (4)
telefonia (3)
Verona (12)
viaggi (26)
video (7)
Visual Basic 6 (5)
web (49)
Windows (31)

Catalogati per mese:
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
maldestro tentativo ...
26/06/2017 @ 16:30:05
Di alep
ZPETS
22/04/2017 @ 00:54:54
Di Floy
A me hanno telefonat...
18/04/2017 @ 11:23:01
Di Armando
Grazie mille, l'unic...
09/04/2017 @ 22:44:57
Di Denny
Non chiamate più
29/03/2017 @ 09:23:42
Di Almickey
Succede anche al mio...
18/03/2017 @ 16:11:11
Di Fabio
Ciao il mio iTunes p...
23/02/2017 @ 09:57:20
Di Rebecca
Grazie Marco,ho riso...
22/12/2016 @ 21:25:04
Di Luca


29/06/2017 @ 12:40:40
script eseguito in 94 ms