Immagine
 Dopo Prato Piazza è la volta di buttarsi verso Carbonin (Dolomiti Superbike 2012)... di Marco Tenuti
 
"
Me par che la gamba la tira ben anca de drio. Sa disito?

A. Pezzo
"
 



Miei sponsor
Gli sponsor che pago io

Social Network



Se vuoi contattarmi via e-mail:

t e n u t i @ l i b e r o . i t
Wikio - Top dei blog
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Marco Tenuti (del 29/04/2011 @ 14:59:51, in web, linkato 1393 volte)

Apprendo dall'articolo su Punto Informatico qualche retroscena sul motivo della sospensione di Playstation Network e di tutti i servizi correlati come Qriocity.

Riporto pertanto alcune parole di Alfonso Maruccia, anche se l'articolo integrale lo trovate qui.

Ma se Sony tiene la bocca cucita sui retroscena di questa sua "crisi" tecnologica, una possibile spiegazione dell'accaduto arriva da un membro di psp-scene.com noto come Chesh: stando allo smanettone la multinazionale avrebbe chiuso PSN a causa di REBUG, un nuovo firmware custom in grado di trasformare una PS3 "liscia" in una per sviluppatori fornendo pieno accesso a quella parte di PSN dedicata ai succitati addetti.

Accedendo alla rete con una PS3 modificata con REBUG, dice Chesh, è possibile farsi beffe dei controlli e portare a termine ogni genere di "truffa" ai danni delle tecnologie di protezione, riautenticando online console precedentemente "sospese", acquistando contenuti con carte di credito fasulle e via di questo passo.

Al momento Sony non ha rilasciato commenti ufficiali su REBUG e la presunta pirateria rampante sulla porzione per sviluppatori di PSN, ma il fatto che la stessa corporation nipponica non abbia ancora fornito per il momento rassicurazioni sulla sicurezza dei dati sensibili degli utenti - numeri di carte di credito inclusi - non lascia presagire nulla di buono.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 29/04/2011 @ 14:57:22, in web, linkato 891 volte)

Non so se alcuni di voi se ne sono accorti, ma stanotte ha preso fuoco la sala dei gruppi di continuità di Aruba, la più grossa server farm italiana, che ospita circa 1.250.000 siti in hosting e qualcosa come 1.650.000 registrazioni di dominii italiani e non, tra cui tutti quelli dei miei clienti.

Tra le varie cose fuori uso, anche la mailing-list del Pappataso Fans Club. Se volete sapere com'è questa server farm, guardate qui. Per informazioni generali sul gruppo Aruba, guardate invece questa pagina.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 29/04/2011 @ 00:34:06, in MTB, linkato 1074 volte)

Riporto volentieri dal forum di MTB-forum il video di Roby@bike, uno dei membri della comunità, che potete anche seguire sull'apposito canale Youtube. Il tratto cronometrato in discesa inizia dal monumento al Pirata del Cippo Carpegna. In realtà inizia con tre rampette in salita, corte ma cattivelle - soprattutto dopo la cronoscalata al Cippo - poi picchiata fino in paese con tratto di forestale nel sottobosco, tratto quasi in single track fino alla frazione di San Pietro ed un chilometrino di asfalto con un ultima salitella di poche decine di metri.

Il tratto dal Cippo a San Pietro lo potete vedere qui sotto in versione integrale.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 28/04/2011 @ 11:12:48, in MTB, linkato 836 volte)

Pubblico volentieri il video ufficiale della Tre Valli 2011.

Granfondo Tre Valli 2011 from XCVerona TV on Vimeo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 27/04/2011 @ 23:01:22, in MTB, linkato 835 volte)

Il Fibi pubblica sul suo blog e su YouTube questo bel video, in cui lui stesso ha utilizzato una coppia di telecamerine. L'effetto è assolutamente eccellente e posso dirvi che, dopo aver fatto anch'io un paio di giri sul percorso ancora venerdì sera, l'impressione con la doppia ripresa è assolutamente realistica!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 26/04/2011 @ 23:33:22, in MTB, linkato 1585 volte)

Scott Project F01Quando a fine 2010 la Columbia HTC High Road ha annunciato la partnership tecnica con Specialized e conseguentemente l'abbandono del marchio a me caro, ossia Scott, mi sono chiesto subito quale fosse la prossima squadra Pro Tour a ricevere il sostegno tecnico dalla casa americana.

Invece niente: ad inizio 2011 nessuna squadra del Pro Tour annunciava alcuna collaborazione tecnica con Scott, nonostante quest'ultima stesse lavorato sul progetto Project F01, già da un bel po' di tempo.

Pare però che qualcosa si stia muovendo nella stagione in corso ed in quella a venire. Su Cyclingnews.com ho trovato questo articolo, datato già 22 marzo 2011, che annuncia appunto l'accordo tra il team aspirante Pro Tour Greenedge e la Scott stessa.

Major sponsor del team lo è già Scott. Staremo pertanto a vedere che colori riceverà la bici ufficiale del team, ma a questo punto il verde potrebbe essere la novità.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 24/04/2011 @ 23:21:05, in MTB, linkato 883 volte)

Vi risparmio ogni personale commento per la foto che segue, ma lascio fare volentieri a voi questo arduo compito...

Affamati

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 24/04/2011 @ 22:34:37, in MTB, linkato 817 volte)

Domani il popolo della MTB agonistica di Verona e dintorni va sulle Torricelle per la seconda prova dell'XC Verona 2011, cioè il Trofeo Paluani Cup - XC Città di Verona, denominato anche nell'ambiente "Re Teodorico". L'appuntamento del lunedì di Pasquetta è ormai appuntamento fisso, non solo per i veronesi più forti, ma anche per un sacco di Elite/Open delle regioni vicine.

Io l'ho provato venerdì pomeriggio facendo un paio di giri, il primo con calma, il secondo con un po' più di verve agonistica e devo dire che è un percorso cross country puro; non ha niente da spartire con un fondo da gran fondo MTB.

Tortuosissimo, tecnico quel tanto che basta, insidioso in alcuni tratti per via del fondo molto sabbioso e secco, in qualche punto anche nervosetto, ma mai impossibile. C'è quasi da prendersi giù le note e richiede di provarlo almeno 3-4 volte per impararlo a memoria decentemente, altrimenti si rischia di perdere il colpo di pedale giusto e di saltare una porta come in un slalom speciale. Insomma una cosa impegnativa, ma assolutamente divertente e stimolante!

XC Re Teodorico 2011

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 24/04/2011 @ 12:12:16, in MTB, linkato 1105 volte)

L'Orlando, nonostante la defaillance del suo Garmin, che chiama un sostituito al più presto per via della batteria esausta e non più in grado di reggere la carica, ricostruisce la traccia di ieri, visto che era tutto un bici da strada e quindi su asfalto.

Per scaricare la traccia in formato KML, trovate qui la traccia completa.

Dettaglio del giro a La Piatta

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 24/04/2011 @ 11:27:48, in MTB, linkato 2168 volte)

PiattaL'appuntamento della veglia pasquale per i belgi del GC Grezzana è il solito, ore 8.00 di fronte al Ciao e nel piazza della P2. Solo una defezione eccellente, quella del Presidente, che si è messo a disposizione della sua famiglia per alcune domestiche. Due presenze di spessore però, quella degli amanti dei marathon, ossia il Marcante e l'Orlando direttamente dal team di via Carrara. Al via da Grezzana anche mister Zanetti.

Strada facendo, alla iena di Alcenago, il Personal ed Alba, si aggiungono il Pollinari, nonché il Grego. L'obiettivo di giornata è però molto ambizioso: arrivare a La Piatta, località dove si trova il Rifubio Bepi Bertagnoli in alta Val di Chiampo. Solo che per arrivarci si sceglie anzitutto un trasferimento relativamente veloce, cioè dopo esser passati per Ponte Florio, San Martino Buon Albergo, le Quattro Strade, il Donzellino e Tregnago, si arriva a Badia Calavena, dove si comincia con l'antipasto del succulento menu, ossia la Badia-La Collina. Lungo questo lungo tragitto, l'onore anche di tirare su uno dei nostri sponsor, ossia il Mario del Ciao, che affronta con noi la prima asperità.

Questo antipastino conduce però alla tortuosa discesa che porta poco sopra l'abitato di San Giovanni Ilarione, solo che troviamo solo meno di un minuto per inglutire una barretta, salutiamo Mario che volge verso casa e per noi si sale verso Castello e Nanon in direzione Chiampo. In paese una splendida vigilessa ferma pure la colonna di macchine, per far passare il manipolo di ciclisti.

Solo che Chiampo è solo un intermezzo che dura qualche minuto: si sale di nuovo sulla costa orientale della Val del Chiampo, verso Nogarole Vicentino, dove un lunghissimo mangiaebevi ci fa attraversare piccole contrade e le frazioni di Mastrotti e Campanella. All'attacco di questa salita è il Zanetti a sferrare la zampata. Il resto del gruppo lascia fare, tanto la salita è lunga e ce n'è da menare prima di arrivare al paese di Altissimo. Arrivati ormai ad Altissimo, che lasciamo alla nostra sinistra, sono Zanetti, il Pollinari e Grego ad alzare bandiera bianca: ritornare a Verona non è comunque affar semplice nemmeno per loro.

Panetto al salame per l'OrlandoCinque sono gli irriducibili che proseguono verso Castelvecchio e Marana, dove scatta la pausa brioches: in realtà trattasi di una baguette con salame casalino, che il duo Turnover addenta quasi con cattiveria. I fratelli Grobberio ed il Personal optano per i panettini nelle scarsele, ma sulla lattina di Cocacola non c'è dubbio: tutti all'unisono.

L'orologio è tiranno e Rifugio Bertagnoli è ancora lontano: in più arrivare a contrada Lovezzi vuol dire tutto un suo e giù con rampe dal 15%. Tutti i nostri uomini arrancano con gli ultimi rapporti a disposizione, ma non demordono. Ormai a Campodalbero la scalata del Marcante viene interrotta da una telefonata, ma gli uomini al comando procedono al passo della Elena e quindi il rientro è facilitato dopo un centinaio di metri di dislivello.

Si supera quota 900, poi 1000, poi perfino la neve a mo' di noce di cocco e qualche foto di rito: Rifugio Bertagnoli è sempre più vicino, dall'alto della sua quota a 1240 metri. Peccato che il Garmin dell'Orlando abbia ceduto di schianto ancora parecchi chilometri fa. L'uomo GPS non è più in grado di snocciolare numeri e pendenze, ma cerca di arrabattarsi col ciclocomputer della pesca, di cui è comunque equipaggiata la sua superleggera Wilier. Ancora una volta i sistemi ridondanti funzionano e servono a qualcosa.

La pendenza per arrivare a La Piatta non supera mai l'8%, per cui gli uomini fanno un ritmo consono per tutti, mentre la Iena non vuole interferenze e chiaccheratori e si concentra sul suo passo dietro a pochi metri. Al rifugio il tempo di una foto, ci si veste per benino ed i manicotti dell'Alba diventano del Marcante, uscito praticamente da casa in bermuda e canottierina senza maniche.

PiattaLa discesa verso Crespadoro è lunghissima. Il Personal incappa subito in una foratura alla zona "noce di cocco". Il suo Vittoria Roubaix presenta una bella falla causa "maroccolo morenico". A valle proseguono speditamente l'Orlando e la Elena, col Marcante che rientra su di loro ed avvisa della foratura nelle retrovie.

Il ricongiungimento avviene ormai a Ferrazza, contrada poco sopra Crespadoro. Qui parte il cronometro dell'ultima asperità di giornata, nientepopò di meno che la salita del Durlo, alla prima assoluta per il Marcante. In realtà non si passa dalla frazione Durlo, ma si decide di svoltare a sinistra al ponticciolo. Quelli informati parlano di 600 metri di dislivello, in realtà sono quasi 800 ed il piccolo serbatoio dell'ingegnere si svuota a due terzi della salita. Il Personal non si spiega dell'ammutinamento del compagno di avventura, ma quando la spia della riserva si accende, bisogna passare in modalità economy, quindi anche la lingua è meglio che se ne stia ferma.

Dalle retrovie il turbodiesel common rail della Elena avanza imperterrito e non accenna al minimo cedimento. Per tutti l'obiettivo è il negozietto ai Tebaldi, descritto dall'Orlando come il Bengodi della Parco Forestale di Giazza a quasi 60 chilometri dalla città scaligera. Arrivare a questo negozietto è un gesto eroico ed il miraggio si trasforma al più presto in realtà. Al Marcante si illuminano gli occhi alla vista del banco salumi e la colomba Bauli da 1 kg.

PiattaFettone da 160 grammi di pan casalingo con l'uvetta per quasi tutti, fiumi di cocacola. La Iena di Alcenago opta per il panozzo al salame. Per l'Orlando addirittura un tortino al limone della pasticceria Valdiporro da 400 grammi tutto per lui e snack finale, il Duplo, offerto dal Personal, un tocco di prelibatezza per tutti quanti!

Ricaricate le pile, la discesa verso la Val d'Illasi è una soddisfazione più unica che rara. A Sant'Andrea, l'Orlando arriva primo e fiuta la direzione del vento, perfettamente allineato verso nord. Il Paolo insiste per scalare verso la Bettola di Velo, ma il Marcante non ne vuole sapere. Fino a quel punto il dislivello accumulato è ben oltre i 3000 metri ed il resto del gruppo conferma l'orientamento dell'ingegner Marcante. Solo la gran gamba dell'Alba se la sentirebbe di scalare anche Santissima Trinità, ma l'ora è tarda e la Valpantena è ancora a 40 km.

Pertanto dopo un paio di cambi del Marcante e l'Alba, l'Orlando prende il comando delle operazioni e, forte dei 1400 kcal del tortino al limone, si mette a menare a velocità di crociera tra i 45 e i 50 km/h, mentre le carrozze al seguito godono appieno della corsa gratuita. E' solo il semaforo di Illasi e fermare la corsa in direzione scaligera.

Dalle Quattro Strade in poi, la velocità cala un po', mentre il ritorno è esattamente quello fatto all'andata, con l'unica variazione in zona Novaglie, dove si opta per il rientro da via Segorte, invece che risalire verso il vallonato che conduce a Sezano.

Che dire: c'è gente che è abituata a menare per duecento chilometri ed oltre, ci sono ciclisti abituati a parlare tanto e muovere solo la bocca, c'è gente che dopo i primi ennemila metri di dislivello comincia un po' a sentire la stanchezza sulle gambe, ma su una cosa tutti i nostri uomini sono stati completamente d'accordo: la determinazione. Sia i reduci del Fiandre che della Marathon di Bracciano portano a casa un'uscita a dir poco allenante sulla resistenza e la tenuta sulla distanza.

Buona Pasqua a tutti!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3


Ci sono  persone collegate

Tagcloud

Gare 2017
GARE 2017?
26/03: GF Tre Valli
30/04: GF del Durello
21/05: Passo Buole Extreme
28/05: Soave Bike
25/06: Lessinia Legend
Gare 2016
GARE 2016
26/06: 6H Valpolicella Fatta
27/08: GF d'Autunno Fatta
08/11: XCRunning Grezzana Fatta
Tickerkm
KM STORICI

Km fatti

Palmares
BREVETTI E CIRCUITI

2014: Salzkammergut Survivor
2012: Prestigio MTB
2011: Prestigio MTB
2010: Prestigio MTB, Fizik Veneto
2008: Garda Challenge

< giugno 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
famiglia (4)
fotografia (1)
gastronomia (1)
MTB (14)
rally (2)
viaggi (12)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Quale circuito suggerisci al Marcante per il 2013?

 Lessinia Tour
 Prestigio MTB
 Nobili MTB
 Challenge Giordana
 Gare all'estero
 Stare a casa

Titolo

View Marco Tenuti's profile on LinkedIn

Listening
Kid Rock - Rock n Roll Jesus

Ghosts - The world is outside

Hellogoodbye - Zombies! Aliens! Vampires! Dinosaurs!

Reading
Fabio Volo - E' una vita che ti aspetto
Michael Guillen - Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo
Sophie Kinsella - I love shopping a New York

Watching
Mia moglie consiglia Le sorelle McLeod



Titolo
.NET Framework (4)
Abarth (13)
Alcenago (4)
auto (15)
consumatore (57)
cucina (18)
cultura (15)
dizionario (2)
famiglia (40)
finanza (4)
Grezzana (6)
hitech (17)
humour (8)
idee (1)
informatica (65)
iPhone (46)
mobile computing (10)
MTB (1198)
musica (4)
natura (23)
OS X (3)
PS3 (7)
rally (63)
salute (4)
social (4)
telefonia (3)
Verona (12)
viaggi (26)
video (7)
Visual Basic 6 (5)
web (49)
Windows (31)

Catalogati per mese:
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
maldestro tentativo ...
26/06/2017 @ 16:30:05
Di alep
ZPETS
22/04/2017 @ 00:54:54
Di Floy
A me hanno telefonat...
18/04/2017 @ 11:23:01
Di Armando
Grazie mille, l'unic...
09/04/2017 @ 22:44:57
Di Denny
Non chiamate più
29/03/2017 @ 09:23:42
Di Almickey
Succede anche al mio...
18/03/2017 @ 16:11:11
Di Fabio
Ciao il mio iTunes p...
23/02/2017 @ 09:57:20
Di Rebecca
Grazie Marco,ho riso...
22/12/2016 @ 21:25:04
Di Luca


27/06/2017 @ 14:17:08
script eseguito in 93 ms