Immagine
 Marcante sull'Alpe de Fiddlebrugg... di Marco Tenuti
 
"
Oogway: Il caso non esiste.
Shifu: Sì… l'avete detto già due volte…
Oogway: Neanche questo è stato un caso.
Shifu: E fanno tre…

Kung-fu Panda
"
 



Miei sponsor
Gli sponsor che pago io

Social Network



Se vuoi contattarmi via e-mail:

t e n u t i @ l i b e r o . i t
Wikio - Top dei blog
\\ Home Page : Articolo
Le cinque cose da sapere su iCloud
Di Marco Tenuti (del 26/11/2011 @ 23:44:22, in informatica, linkato 6559 volte)

iCloud principalmente un servizio di sincronizzazione, ma non soloHo trovato un interessante articolo di Joe Wilcox al riguardo dell'ultimo servizio lanciato da Apple, iCloud. L'articolo originale lo trovate a questo URL. Io mi limito a tradurlo e a riassumerlo per la vostra curiosità.

Vale sempre il proverbio "meglio tardi che mai". Anche questa volta Apple probabilmente è arrivata in ritardo. E' successo in passato per Apple, è successo questa volta e aspettatevi che succeda ancora in futuro dalla casa di Cupertino.

Apple è arrivata in ritardo con la musica, quando nel gennaio del 2001 ha lanciato iTunes. La rivoluzione di Napster si era spinta parecchio in avanti e grazie a questo i produttori di macchine Windows erano riusciti a vendere un sacco di masterizzatori CD. Guardate invece adesso alla Apple e alla musica. Stessa cosa nella fonia, Apple è arrivata in ritardo con gli smartphone e i tablet. Adesso che ha già rilasciato più di 200 milioni di dispositivi con iOS, di cui 25 milioni di iPad in soli 14 mesi. La lista potrebbe andare avanti, ma avete capito il concetto.

Ora Apple arriva in ritardo anche col cloud e voilà, che tempismo! Il servizio di Apple, iCloud, è fondamentalmente diverso dai servizi di cloud computing che si sono visti sino ad ora. E' vero che i Mac fanatici potrebbero obiettare che Apple non è arrivata affatto in ritardo, perché prima c'era già MobileMe. Solo che quest'ultimo era un servizio assolutamente incompleto, se confrontato con l'offerta di Google. Apple però si rimboccata le maniche, ha preso e sorpassato Google in un colpo, cambiando sostanzialmente la modalità con cui i servizi della nuvola vengono erogati. Pertanto vediamo subito in 5 punti quali sono le cose da sapere sulla "nuvola" di Apple.

1. iCloud è più push che pull. Detto così in italiano non si capisce un granché. La maggioranza dei servizi cloud posta verso il server i contenuti, più che scaricarli o distribuirli in giro. Questo è quello che fa Google. Gli utenti memorizzano i messaggi e-mail nella nuvola o ci caricano su la musica allo scopo di ascoltarla nuovamente in streaming sui vari dispositivi. Stessa cosa per le foto. I documenti Google Apps sono creati addirittura sulla nuvola e rimangono lì; è sempre l'utente che si prende la briga di scaricarli se li va ad esportare.

La differenza è molto semplice: la maggioranza dei servizi di cloud computing richiede processi manuali per caricare o scaricare i contenuti. iCloud invece fa il grosso del lavoro automaticamente ed è concepito più per scaricare i contenuti verso i dispositivi più che conservarli sulla nuvola.

2. iCloud è principalmente un servizio di sincronizzazione. Per tanti utenti abituati coi servizi come Dropbox o anche Windows Live SkyDrive, iCloud sembrerà né più né meno che un servizio di storage online. Non è così, anche se tale prestazione è comunque disponibile. La memorizzazione c'è per facilitare la sincronizzazione tra i dispositivi - computer Mac, PC Windows, smartphone, player MP3 e tablet vari. Altri servizi si sincronizzano primariamente con la nuvola, mentre il servizio di Apple usa la nuvola per sincronizzare il contenuto tra i dispositivi.

Nel 2006 qualcuno aveva cominciato ad decantare l'importanza della sincronizzazione ed il fatto di essere una killer app. Ed infatti Apple ha intrapreso un miglior approccio verso la sincronizzazione, concentrandosi sul beneficio fondamentale per gli utenti: la semplicità. Non è pertanto sorprendente che Apple abbia un approccio di sincronizzazione tra tutti i dispositivi. Dopo tutto la società genera il grosso del suo fatturato dalla vendita dell'hardware e non offrendo servizi cloud.

Icloud può sincronizzare calendari, contatti, documenti, e-mail, foto e anche musica, oltre ad altre categorie di contenuti.

3. iCloud rimpiazza iTunes come principale centro della sincronizzazione Apple. Questa è probabilmente la funzione più significativa da un punto di vista strategico. La sincronizzazione è stata la killer feature di iTunes sin dal rilascio del primo iPod nell'ottobre 2001. Col passare degli anni iTunes è diventato in principale connettore per la sincronizzazione per Apple, solo che era nel posto sbagliato, soprattutto per le grosse aziende che hanno bisogno di amministrare iPad e iPhone. Il player musicale di Apple è stato uno strumento di sincronizzazione antiquato per troppo tempo, soprattutto quando Google si è messa ad offrire un eccellente sincronizzazione coi dispositivi Android.

iCloud rimpiazza iTunes e ne estende ulteriormente le sue capacità, come ad esempio sincronizzare più tipologie di contenuti. Anche le applicazioni e la muscia sono sincronizzate dal cloud, mentre non c'è affatto bisogno di usare iTunes.

4. iCloud non è un servizio di streaming di musica. Questa era una delle indiscrezioni che erano circolate sul conto di iCloud prima che uscisse: iCloud, un servizio di streaming musicale. Ma non lo è.

Le speculazioni parlavano di un servizio come Amazon o come Google, cioè un qualcosa che di fatto esisteva già e che la gente già utilizzava. Amazon ha lanciato il suo Cloud Player e i Cloud Drive Services a marzo 2011. Google Music è invece ancora in beta. Quello invece che ha fatto Apple è decisamente meglio. Sempre mantenendo il download automatico come principio principale, iCloud distribuisce il contenuto all'utente proprio attraverso lo scaricamento e la sincronizzazione tra i dispositivi. I due servizi di Amazon e di Goole invece consente agli utenti di caricare le loro librerie. Da parte di Apple invece la sua tecnologia push è una gran cosa. Apple sa già benissimo qual è la musica che hai comprato da iTunes.

5. MobileMe adesso è gratis. Apple chiedeva 99 dollari all'anno per quel servizio e anche di più per il servizio per cinque membri familiari attraverso il Family Pack. Con iCloud MobileMe diventa gratis e ci sono ben 5 GB di spazio disponibile. Ma Apple non considera le applicazioni comprate, gli ebook, la musica e le foto nel calcolo delle dimensioni dello storace. Perché? Come è stato scritto prima, iCloud non è un servizio di memorizzazione, ma solo sincronizzazione.

La parte di MobileMe è oltretutto senza pubblicità, che è assolutamente inusuale per i servizi cloud in questo periodo.

Per tutti quanto lo spazio del cloud sarà oltre i 5 GB, dietro un compenso di 25 dollari annuali. Per la musica che la gente non ha comprato da Apple, il servizio scansiona i brani e li riconosce usando il catalogo di 18 milioni di canzoni. Queste canzoni vengono aggiunte alla libreria e messe a disposizione per la sincronizzazione o il download in formato AAC a 256 kbps. Ancora una volta è tecnologia push. Gli utenti non devono buttare sulla nuvola niente.

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


Ci sono  persone collegate

Tagcloud

Gare 2017
GARE 2017?
26/03: GF Tre Valli
30/04: GF del Durello
21/05: Passo Buole Extreme
28/05: Soave Bike
25/06: Lessinia Legend
Gare 2016
GARE 2016
26/06: 6H Valpolicella Fatta
27/08: GF d'Autunno Fatta
08/11: XCRunning Grezzana Fatta
Tickerkm
KM STORICI

Km fatti

Palmares
BREVETTI E CIRCUITI

2014: Salzkammergut Survivor
2012: Prestigio MTB
2011: Prestigio MTB
2010: Prestigio MTB, Fizik Veneto
2008: Garda Challenge

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
famiglia (4)
fotografia (1)
gastronomia (1)
MTB (14)
rally (2)
viaggi (12)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Quale circuito suggerisci al Marcante per il 2013?

 Lessinia Tour
 Prestigio MTB
 Nobili MTB
 Challenge Giordana
 Gare all'estero
 Stare a casa

Titolo

View Marco Tenuti's profile on LinkedIn

Listening
Kid Rock - Rock n Roll Jesus

Ghosts - The world is outside

Hellogoodbye - Zombies! Aliens! Vampires! Dinosaurs!

Reading
Fabio Volo - E' una vita che ti aspetto
Michael Guillen - Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo
Sophie Kinsella - I love shopping a New York

Watching
Mia moglie consiglia Le sorelle McLeod



Titolo
.NET Framework (4)
Abarth (13)
Alcenago (4)
auto (16)
consumatore (57)
cucina (18)
cultura (15)
dizionario (2)
famiglia (40)
finanza (4)
Grezzana (6)
hitech (17)
humour (8)
idee (1)
informatica (66)
iPhone (46)
mobile computing (10)
MTB (1198)
musica (4)
natura (23)
OS X (3)
PS3 (7)
rally (63)
salute (4)
social (4)
telefonia (3)
Verona (12)
viaggi (26)
video (7)
Visual Basic 6 (5)
web (49)
Windows (31)

Catalogati per mese:
Settembre 2019
Agosto 2019
Luglio 2019
Giugno 2019
Maggio 2019
Aprile 2019
Marzo 2019
Febbraio 2019
Gennaio 2019
Dicembre 2018
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
california fun place...
20/08/2019 @ 03:24:40
Di Lonna
https://www.curcuma....
13/08/2019 @ 00:53:47
Di Vernon
Milan
12/08/2019 @ 05:37:18
Di Enriqueta
syracuse fun center
08/08/2019 @ 18:02:07
Di Estelle
fun jobs near me
08/08/2019 @ 10:41:49
Di Dann
https://www.yourluxu...
08/08/2019 @ 08:43:27
Di Chang
Teri
06/08/2019 @ 15:05:29
Di Hyman
https://hoteladvisor...
06/08/2019 @ 15:03:20
Di Jeannette


23/09/2019 @ 07:44:53
script eseguito in 109 ms