Immagine
 Marcante sull'Alpe de Fiddlebrugg... di Marco Tenuti
 
"
Schei ghe nè. Pecà par 'e piante.

L.Nulli
"
 



Miei sponsor
Gli sponsor che pago io

Social Network



Se vuoi contattarmi via e-mail:

t e n u t i @ l i b e r o . i t
Wikio - Top dei blog
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Marco Tenuti (del 29/09/2010 @ 15:02:11, in MTB, linkato 1368 volte)

Andrea Pezzo all'arrivo della Arcobike 2004 Ho trovato proprio qualche minuto fa sul blog del Pezzo una foto che lo ritrae all'arrivo dell'Arco Bike 2004, quando io ancora non sapevo cosa fosse la mountain bike, o meglio, quando ancora ignoravo più o meno completamente il movimento agonistico della MTB sia a livello provinciale che nazionale.

In questa foto il bravo Andrea festeggia a modo suo sulla linea del traguardo staccando entrambe le ruote dall'asfalto e volando letteralmente sopra il tappeto di WinningTime. Questa foto mi ha talmente esaltato, che non mi son proprio astenuto dal pubblicarla anch'io!

La divisa indossata è quella di Bike Evolution, quando ancora il brand tecnico principale era Viner ed una sponsorizzazione era proprio la cartolibreria "La Tecnica", roba ormai d'altri tempi.

Sicuramente Andrea, che io conosco e frequento dall'autunno 2007, è un personaggio della MTB veronese. Conosce praticamente tutti ed è conosciuto e ben voluto da tutti (credo!). Concilia qualsiasi cosa ed accadimento della sua vita con la bici e la sua interpretazione ciclistica c'è in ogni secondo della sua giornata, compreso il tormento delle ultime ore, che lo vede "contro" il Conte Savoia sul risultato agonistico di domenica scorsa all'XC di Montorio, una delle gare di casa per Andrea, vista la sua paternità montoriese.

Se il cronometro dà ragione al Conte Savoia, il Papataso reclama la vittoria morale, essendo riuscito a sdoppiarsi a seguito del sorpasso subito nelle concitate fasi iniziali di gara, quando la batteria degli M3/M4 era riuscita a sopravanzare la più nutrita e caotica batteria degli M1/M2 partita un minuto prima.

A mio avviso non si può negare l'evidenza ad Andrea: partiti praticamente alla pari, le doti tecniche del Papataso nel districarsi nei parecchi pezzi tecnici del cross country montoriese sono di un pelo superiori a quelle del Conte Savoia, il quale invece sotto il profilo squisitamente aerobico non ha nulla da invidiare quando c'è da menare sul piano ed in salita. Per me la battaglia è da dichiararsi "vinta" a favore di Andrea, ma se ne guardi bene l'Andrea stesso dal pensare di aver vinto la guerra: domenica lo aspettano alla soglia (della Benini) e saranno corbezzoli amarotici per tutti, se il Conte avrà la gamba che tira ben de drio...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 29/09/2010 @ 10:04:48, in MTB, linkato 1293 volte)

Arrivano le foto gratuite di Fotogliso.

Marcante fotografato da Fotogliso

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 28/09/2010 @ 23:30:51, in MTB, linkato 1134 volte)

Basta con la catena sporca dentro cui si impigliano le braghe!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 28/09/2010 @ 09:00:29, in MTB, linkato 1356 volte)

Discesa finale su Iseo alla Gimondi Bike '10La Gimondi Bike è per il sottoscritto la gara del "ritorno", visti gli acciacchi di fine primavera a caratterizzare i risultati delle gare pedalate a metà estate. Poi la lunga pausa e le vacanze estive hanno fatto saltare altre gare che avrei voluto fare volentieri, come la Folgaria Marathon, la Marathon della Brianza e la Valdifassa Bike.

Non che la Gimondi Bike sotto il profilo tecnico abbia molto da condividere con le marathon sopracitate, ma è una gara che ha la sua nomea al pari delle altre, per il contesto e la kermesse, la quantità e la qualità dei partecipanti. Non è una gara difficile, ci mancherebbe, ma ci sono tutti i big e questo fa sì che essa catalizzi l'interesse di tantissimi amatori, come il sottoscritto.

Tutto è organizzato perfettamente: nessuna confusione nella predisposizione delle griglie, partenze molto scaglionate e prima salita interamente su asfalto fanno sì che non si formi praticamente nessuna coda lungo i 40 km del percorso. Il ristoro di metà gara - dove peraltro non mi sono fermato, ma dove ho intravisto bendidio di ogni tipo - e quello di fine gara assolutamente all'altezza, con tutto il necessaire. Numero di cronometraggi intermedi comparabile con la Dolomiti Superbike, che si estende però per una lunghezza tripla, fanno sì che si può studiare bene a posteriori il proprio andamento in gara.

Le condizioni del percorso assolutamente abbordabili alla massa, anche se ogni anno c'è sempre qualcuno che si lamenta della discesa del Maffa, quest'anno rivisitata nella sua parte iniziale. Io non devo muovere alcunché nei confronti della durezza di questa discesa: mi è parsa anche quest'anno assolutamente percorribile senza alcun patema. Per il sottoscritto solo un punto col piede a terra, dovuto più altro all'imbuto formatosi davanti, a causa di alcuni concorrenti un po' troppo paurosi.

A fine gara ineccepibile la zona del lavaggio bici, con un numero proporzionato di gomme, dove avrò atteso si e no un minuto per togliere il grosso della terra dalla mia Scale. Alle docce dentro il palazzetto nessuna coda e soprattutto acqua calda a volontà, cosa che non capita molto spesso.

Infine il pastaparty un po' sottotono rispetto a tutto il resto, ma la pasta al ragù di salsiccia era sublime. Forse il corredo della bottiglietta d'acqua è un po' poco e i tavoli per il pasta party son disposti tutti al sole, ma ben venga questo sole d'autunno, visto che prossimamente se ne vedrà sempre meno.

Ah, la mia gara, vi chiederete, com'è andata la mia gara? Finalmente ho potuto fare il mio ritmo in completa libertà, senza inseguire nessuno e senza essere inseguito da nessuno. Decidevo io se cercare di tenere la ruota di questo o quel concorrente, ma l'impressione personale è che recuperavo una cifra di posizioni sui pezzi piani e anche sulle discese più o meno tecniche, mentre perdevo qualcosina dove c'era da pedalare duro in salita, insomma dove la pendenza superava il 15%.

Domenica portavo al debutto la doppia PMP ed il mio ultimo rapporto era il 27/32, che sulla salita della Madonna del Corno, si è rivelato decisamente ostico visto che son salito alla media dei 5,5 km/h, ma nel 2007, quando son salito con la tripla e quindi col 22/32, non era cambiato un granché. Basti guardare cosa dice il risponso cronometrico.

Per me la doppia è sdoganata anche sulle gare più dure. L'unico motivo per cui tirarla giù in favore della tripla è solo nel caso di lunghissime marathon con salite molto ripide. Per qualsiasi altro uso ben venga la doppia. Domenica in gara mi sono ritrovato più volte a togliere e mettere la padella del 42 al posto della piccola da 27, cosa che prima forse facevo un po' meno perché tenevo sempre in canna il 32 davanti, ma questo a tutto vantaggio di un consumo più distribuito di entrambe le corone. Con la tripla penso invece che io usassi la corona centrale da 32 per il 60% delle pedalate, quindi con la padella da 44 su per il 35% e la corona da 22 solo per un esiguo 5%.

Ah i miei riscontri cronometrici:

  • inizio Contadi Castaldi: 350° pos.assoluta
  • fine Contadi Castaldi: 365° pos.assoluta
  • inizio Madonna del Corno: 364° pos.assoluta
  • inizio Madonna del Corno: 380° pos.assoluta
  • arrivo ad Iseo: 372° pos.assoluta

Ai più l'andamento delle posizioni può sembrare un lieve calo verso il finale di gara, invece forse c'è da dire che la salita iniziale l'ho fatta davvero a tutta, sempre ben oltre la soglia, anzi praticamente sempre col battito in zona rossa o viola, cioè stabilmente tra i 180 e i 183 battiti, cosa insostenibile per due ore di gara.

Nel 2007 la salita della Madonna del Corno l'avevo salita in 13'47", quest'anno in 13'22", cioè 25 secondi in meno, cioè un buon miglioramento per essere più "vecchio" di tre anni. Il tempo totale infine è di 2h08'10", contro le 2h11'15", cioè 3'05" e anche qui non posso che esser contento, anche se il percorso non era proprio identico in tutto e per tutto. In ogni caso anche i big hanno migliorato il tempo del 2007 di circa 3', quindi posso dire di essermi confermato all'altezza della situazione, anzi ho migliorato 76 posizioni assolute, quindi archiviamo un'ulteriore stellina del Prestigio 2010 e una soddisfazione generale di come si sta concludendo questo anno dal punto di vista agonistico.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 28/09/2010 @ 08:36:19, in MTB, linkato 876 volte)

Ricordo ancora a tutti qui sul mio blog che domani sera andrà in scena la Notturna Generale in Contea, organizzata dal Conte Savoia.

Prenotati circa 50 posti a sedere in pizzeria e se la va come al solito, se ne vanno quasi 100 pizze. Il Conte direbbe: "No digo altro"!

Notturna generale in Contea '10

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 27/09/2010 @ 16:49:16, in MTB, linkato 969 volte)

Anche noi, quasi in prima fila, nella partenza della terza griglia, ore 10.15 alla Gimondi Bike 2010.

Marcante e il Maga alla Gimondi Bike 2010

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 27/09/2010 @ 14:45:59, in MTB, linkato 5689 volte)

Volata a quattro alla Custoza Bike '10Ieri profumo da ultimo giorno di scuola per il sottoscritto e per il Maga, in quel di Iseo, dove andava in scena la decima edizione della Gimondi Bike.

Presente tutto lo stato maggiore della mountain bike italiana col cannibale Deho, il vicecampione europeo e mondiale Mirko Celestino, nonché il campione mondiale XC 2010 Josè Antonio Hermida.

Tra gli umani de noantri, il Maga oggi portava al debutto la sua "nuova" Focus Raven 2010, montata SRAM XX e per l'occasione con ruote d'ordinanza conservative, cioè le Shimano XTR montate coi tubeless Maxxis Crossmark.

Il Maga commenta così il comportamento dinamico del nuovo mezzo: "Ho l'impressione che la bici sia molto più reattiva e pronta agli scatti. Mi pare davvero che sia presente un abisso tra la vecchia bici e questa nuova. Anche la DT Swiss si comporta davvero egregiamente e devo solo prenderci un po' la mano, perché è molto più leggera della Reba che avevo sulla vecchia Raven. Davvero un passo in avanti sia per me che per la Focus con questo nuovo mezzo".

Il Maga non tradisce le aspettative e in partenza dalla terza griglia alle 10.15 - quando gli Elite e la prima griglia erano partiti alle 10 in punto, mentre la seconda griglia alle 10.05 - non si fa supplicare due volte nel rush iniziale. Dopo l'attraversamento dell'intero centro abitato di Iseo e all'attacco della salita in direzione Polaveno, si gira all'indietro per vedere dove sia rimasto incagliato il compagno di giornata Marcante.

Solo che il Marcante ha un altro passo e sale al primo GPM con un'altra marcia, anche se il Maga non è dietro di molto. Lieve disappunto per Massimo sulla prima discesa, cioè l'ormai famosa discesa del Maffa: "Ho assistito ad alcuni voli a 360°, così ho deciso di arrivare in fondo senza chiedere nulla nè al nuovo mezzo, nè a me stesso, visto che l'obiettivo di giornata era più che mai alla portata. Sono sceso dalla bici, dove lo facevano anche altri ed ho subito parecchi sorpassi, ma va bene così per quest'anno".

E grazie all'elevato numero di intertempi resi disponibili dal cronometraggio TDS, possiamo così ricostruire la condotta di gara tutta in recupero del Maga, appena in fondo alla prima discesa:

  • inizio Contadi Castaldi: 925° pos.assoluta
  • fine Contadi Castaldi: 922° pos.assoluta
  • inizio Madonna del Corno: 796° pos.assoluta
  • inizio Madonna del Corno: 785° pos.assoluta
  • arrivo ad Iseo: 771° pos.assoluta

Per il Massimo Magagnotti tempo finale di 2h25'54", che gli vale la 193° di M3. Con questo arrivo il Maga conquista la sua 21° stellina e così si laurea per il secondo anno consecutivo PRESTIGIOSO MTB, dopo aver portato a termine anche il Trentino MTB Tour.

Complimenti ancora al Maga per il traguardo sportivo amatoriale raggiunto e nelle prossime settimene potrete avere un suo autografo probabilmente alla Benini e a Valeggio, meteo permettendo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 27/09/2010 @ 13:58:59, in MTB, linkato 941 volte)

Volata a quattro alla Custoza Bike '10Stimolato dalla richiesta del Papataso di avere una cronaca della gara, per chi la gara la vive nelle prime posizioni e non nelle anonime posizioni di rincalzo come i più, arriva puntuale come non mai la cronaca del Miglio, a seguito dell'intensa giornata ciclistica veronese, che ieri presentava al mattino l'XC di Montorio, penultima gara del trofeo XC Verona 2010 e al pomeriggio la Custoza Bike. Vi lascio alla sua cronaca e vi rimando anche all'articolo postato dal Papataso, cioè "Custoza Bike vista da davanti"...

Come ben sapete, neanche ieri è andata come volevo e come vorrebbero i miei tifosi.

Della gara che vi posso dire...Una passeggiata, il percorso è stato reso molto, ma molto semplice con poca, anzi pochissima salita e la mancanza di questa non ha creato la consueta selezione. Penso che sia la prima edizione che arrivano 4 atleti assieme a giocarsi la vittoria finale. Tempo finale attorno all'ora e 36 mi pare.

Sono sempre stato con il primo gruppo e ho controllato la corsa, provando a dare un paio di scossoni nella parte finale della gara. Il primo in un tratto inedito in single track che conoscevo molto bene, avendolo fatto martedì scorso con Telemaco, il secondo in un tratto asfaltato in salita che da Custoza porta a Sommacampagna, ma in entrambi i casi non sono andati a buon fine.

Pertanto siamo arrivati tutti assieme a giocarci la vittoria finale in volta. I soliti scatti e controscatti negl'ultimi km con il quad di granfondo MTB che filmava tutto. Per la cronaca l'arrivo era posizionato all'interno del vialetto sterrato della villa Venier di Sommacampagna, proveniendo da un tratto asfaltato ed in leggera discesa. L'entrata nel vialetto era ad angolo retto a sinistra.

Mi son detto: "Chi entra primo all'ultima curva vince la gara. La volata dev'essere fatta prima di questa curva". Così ho fatto, ma entrando nel pezzo sterrato ad un andatura forse un pò troppo elevata ho perso l'aderenza dietro, ruota che perde aderenza e classica scivolata con il primi 3 che s'involano al traguardo.

Peccato, veramente un peccato. Ci tenevo tanto a far bene perchè ieri era la mia ultima gara della stagione. Domenica prox (Benini) sono al lavoro e il 17.10 (Valeggio) è troppo in là...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 25/09/2010 @ 15:16:20, in MTB, linkato 1061 volte)

Marcante e Scale 29 RCViste le condizioni meteo della giornata e soprattutto la prescrizione di riposo in vista della Gimondi Bike di domani, stamattina c'è scappato un giretto tecnico dai Rodella e ad Iseo per il ritiro pacco gara.

Dai Rodella abbiamo dato una "rassettata" a tutto il parco bici della famiglia Marcante, o meglio, alla parte "top di gamma" della famiglia. Stiamo parlando della vecchia gloria, la Scale 10 in uso da parte del sottoscritto dal lontano marzo 2007, poi la Scaletta di Enrico con ruote da 20 pollici ed infine la new entry di inizio 2010, cioè la Addict R2, cioè la superleggera da strada. Per le bici una controllata generale a catene, cambi, ruote, serie sterzo, forcella e quant'altro.

Grande ressa in zona pacchi gara ad Iseo, ma solo perché in zona c'erano i genitori in attesa dell'uscita dei figli da una scuola superiore, ma nel giro di venti minuti tutto è tornato alla normalità. Per me ed Enrico il tempo di sbavare allo stand del team Scott, capeggiato da Noris, dove c'erano praticamente tutti i modelli Scott 2011.

Enrico non ci ha pensato due volte ad appropriarsi del catalogo Scott 2011, dove ci sono in bella mostra tutte le novità per l'anno venturo. A partire dalla costosissima Scale 899, dal peso inferiore agli 8 kg pronto gara, grazie al telaio da 899 grammi ed a ruotine in carbonio ultraleggere, si passa alla Scale 29RC fino all'interessante Scale 29 PRO, su cui il Bazzo ha già puntato l'occhio, ma non solo lui.

Per il sottoscritto una foto di rito, dove mi si vede impugnare il manubrio della Scale 29RC. Chi vivrà, vedrà.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Marco Tenuti (del 24/09/2010 @ 22:13:06, in MTB, linkato 1115 volte)

Su Facebook ho trovato che qualcuno ha postato il video di Natale Reboldi appena pubblicato su YouTube il suo video e così vi mostro cosa mi aspetta domenica alla Gimondi Bike.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4


Ci sono  persone collegate

Tagcloud

Gare 2017
GARE 2017?
26/03: GF Tre Valli
30/04: GF del Durello
21/05: Passo Buole Extreme
28/05: Soave Bike
25/06: Lessinia Legend
Gare 2016
GARE 2016
26/06: 6H Valpolicella Fatta
27/08: GF d'Autunno Fatta
08/11: XCRunning Grezzana Fatta
Tickerkm
KM STORICI

Km fatti

Palmares
BREVETTI E CIRCUITI

2014: Salzkammergut Survivor
2012: Prestigio MTB
2011: Prestigio MTB
2010: Prestigio MTB, Fizik Veneto
2008: Garda Challenge

< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
famiglia (4)
fotografia (1)
gastronomia (1)
MTB (14)
rally (2)
viaggi (12)

Le fotografie pi cliccate

Titolo
Quale circuito suggerisci al Marcante per il 2013?

 Lessinia Tour
 Prestigio MTB
 Nobili MTB
 Challenge Giordana
 Gare all'estero
 Stare a casa

Titolo

View Marco Tenuti's profile on LinkedIn

Listening
Kid Rock - Rock n Roll Jesus

Ghosts - The world is outside

Hellogoodbye - Zombies! Aliens! Vampires! Dinosaurs!

Reading
Fabio Volo - E' una vita che ti aspetto
Michael Guillen - Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo
Sophie Kinsella - I love shopping a New York

Watching
Mia moglie consiglia Le sorelle McLeod



Titolo
.NET Framework (4)
Abarth (13)
Alcenago (4)
auto (15)
consumatore (57)
cucina (18)
cultura (15)
dizionario (2)
famiglia (40)
finanza (4)
Grezzana (6)
hitech (17)
humour (8)
idee (1)
informatica (66)
iPhone (46)
mobile computing (10)
MTB (1198)
musica (4)
natura (23)
OS X (3)
PS3 (7)
rally (63)
salute (4)
social (4)
telefonia (3)
Verona (12)
viaggi (26)
video (7)
Visual Basic 6 (5)
web (49)
Windows (31)

Catalogati per mese:
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004

Gli interventi pi cliccati

Ultimi commenti:
86Lelia
04/09/2017 @ 21:58:04
Di Timothy
Grazie mille Marco,l...
31/08/2017 @ 10:04:45
Di Matteo
e la slitta della le...
25/08/2017 @ 21:26:21
Di nino
First Way (My Advice...
02/07/2017 @ 20:00:27
Di francesco
successo anche a m...
02/07/2017 @ 19:46:14
Di francesco
maldestro tentativo ...
26/06/2017 @ 16:30:05
Di alep
ZPETS
22/04/2017 @ 00:54:54
Di Floy
A me hanno telefonat...
18/04/2017 @ 11:23:01
Di Armando


23/10/2017 @ 13:50:30
script eseguito in 94 ms